Assegno di invalidità.


Assegno di invalidità



L’assegno di invalidità, compatibile con lo status di lavoratore, non rappresenta una pensione definitiva. Infatti, ha la durata di tre anni, rinnovabile su domanda per altri 2 trienni, previa accertamento della permanenza dello stato di invalidità.

L’assegno di invalidità dopo essere stato confermato per il terzo triennio, si trasforma in pensione definitiva.

Può essere chiesto dai lavoratori dipendenti o autonomi portatori di un’ infermità fisica o mentale, accertata dai medici dell’INPS, che riduce in maniera permanete le capacità lavorative a meno di un terzo e che posseggono un’anzianità contributiva di almeno 5 anni, di cui almeno 3 versati negli ultimi 5 anni, precedenti alla domanda di pensione.

La domanda per ottenere l’assegno di invalidità, sul modulo predisposto dall’INPS, corredata della documentazione e informazioni richieste, deve essere presentata direttamente o tramite il Patronato alla Sede INPS competente per territorio.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360