Il filtro della benzina.


Il filtro della benzina



Guida alla sostituzione e manutenzione del filtro della benzina. Aria e benzina, prima di arrivare alla camera di combustione, passano attraverso i rispettivi filtri per essere depurati delle impurità in esse contenute.

A cosa serve il filtro della benzina

Il filtro della benzina, unitamente al filtro dell’aria, riescono ad assicurare una benzina priva di impurità ed un’aria pulita, indispensabili per una buona combustione, un adeguato rendimento del motore, con un giusto consumo di combustibile. Per le auto di vecchia generazione, a carburatore, è prevista la sostituzione del filtro benzina ogni 10.000-20.000 Km circa, in funzione della gravosità dell’utilizzo. A prescindere dai chilometri percorsi, la necessità di pulire o sostituire il filtro può capitare all’improvviso, qualora si cammina spesso a riserva, si fa benzina subito dopo che sono stati riforniti i serbatoi del benzinaio, (quando le impurità presenti sul fondo della cisterna sono ancora in sospensione) o si fa rifornimento quando il livello del serbatoio del benzinaio è prossimo al fondo. L’inconveniente si manifesta con difficoltà nelle partenze, strattoni durante la marcia, perdita di colpi quando si accelera a bassi regimi. Il materiale filtrante può essere di carta, spugna o metallo. Il filtro di carta quanto è sporco o intasato va necessariamente sostituito, mentre quelli in spugna o metallo possono essere puliti immergendoli in un solvente.

Dove si trova e come si sostituisce il filtro della benzina

Con riferimento alle auto di vecchia generazione, a carburatore, il filtro della benzina è collocato a vista all’interno del vano motore, pertanto facilmente raggiungibile. E’ inserito ad un certo punto della tubazione che porta la benzina dal serbatoio alla zona di combustione. La tubazione ad una certa altezza risulta interrotta e le due parti risultano collegate a mezzo del filtro. Il filtro, che presenta alle due estremità, sullo stesso asse, due cilindretti di diametro esterno uguale a quello interno del tubo che porta la benzina, viene fissato al tubo a mezzo di due fascette. Per sostituirlo basta allentare queste fascette, sfilare il tubo dalle due estremità del filtro, posizionare il filtro nuovo e stringere le fascette. E’ un’operazione che non presenta particolari difficoltà. Una freccia impressa sul filtro indica il verso di entrata ed uscita del combustibile.

Auto di nuova generazione e filtro carburante

Più difficoltosa risulta la sostituzione del filtro benzina delle auto di nuova generazione, ad iniezione diretta e indiretta, vuoi perché il filtro è inserito in tubazioni rigide, vuoi perché è in genere posizionato in prossimità del serbatoio, sotto la scocca, non a vista e non facilmente raggiungibile. C’è però da dire che, per le auto a benzina di nuova generazione, la sostituzione del filtro è prevista ogni 150.000-180.000 Km, che per molte auto rappresenta una durata superiore a quella media, mentre non mancano Libretti uso e manutenzione che per le auto a benzina non inseriscono questo adempimento nel piano di manutenzione programmata. Con riguardo alle auto diesel di nuova generazione, i piani di manutenzione programmata suggeriscono che il filtro combustibile venga sostituito mediamente ogni 70-80.000Km ed in ogni caso ogni 4 anni.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360