Spurgo dei termosifoni.


Spurgo dei termosifoni

A parte lo spurgo dell’intero impianto, da fare a caldaia spenta e che coinvolge i radiatori dell’intero stabile, nell’ambito del singolo appartamento con lo spurgo dei termosifoni è possibile eliminare l’eventuale aria che ristagna negli stessi, aprendo lentamente e con la dovuta attenzione la valvola di sfiato di cui essi sono normalmente dotati.

Si tratta di una piccola valvola collocata nella parte alta del termosifone dal lato opposto a quello dove si trova la valvola di entrata dell’acqua calda, che consente di uniformare la temperatura dell’intero radiatore. Per lo spurgo dei termosifoni, la relativa valvola deve essere aperte lentamente e mantenuta in tale posizione fino a quando non fuoriesce uno zampillo di sola acqua.

Per evitare di bagnare parete e pavimenti è opportuno coprire lo zampillo con un panno scamosciato molto assorbente.

In caso se ne ravvisi la necessità, l’operazione va ripetuta a distanza di alcune ore.

Se l’inconveniente dovesse persistere ed è comune ad altri condomini dello stabile, bisogna intervenire sull’intero impianto, adempimento che fa capo alla ditta di manutenzione del riscaldamento, da interessare a cura dell’amministratore, su segnalazione dei condomini.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360