Addobbi floreali per matrimoni.


Addobbi floreali per matrimoni

Prossimi all’altare? O semplici appassionati? Ecco una guida con idee e consigli per scegliere gli addobbi floreali che accompagneranno un giorno indimenticabile della propria vita.

La scelta dei fiori che presenzieranno in ogni momento della cerimonia e del ricevimento non è così facile in quanto è obbligatorio rispettare completamente lo stile e l’atmosfera che si è deciso di dare al matrimonio.

Addirittura è consigliabile rivolgersi anticipatamente di due o tre mesi al fioraio prescelto per organizzare tutti gli addobbi spiegandogli il tipo di cerimonia, i luoghi, le misure e la data, per i quali se ne andrà il 10-20% del budget a disposizione degli sposi.

Gli addobbi floreali per la chiesa

Al momento di addobbare la chiesa bisogna tenere presente che ci si trova in un luogo sacro, considerando l’architettura ed i giochi di luce che si creano in determinate ore in quegli spazi per scegliere una tonalità adatta che non stoni con l’ambientazione.

Solitamente sull’altare maggiore, luogo “clou” del rito è abbellito da un cesto di fiori ponendone uno grande alla base ed altri più piccoli sulle balaustre.

Altre zone addobbabili sono la cappella più importante e le panche della navata centrale dove siederanno gli invitati, la zona del coro se presente e l’ingresso ma senza esagerare.

Ci sono poi piccole accortezze per rispettare lo stile delle chiese, ad esempio mentre le chiese grandi necessitano di composizioni suntuose ed appariscenti le più piccole ne avranno di discrete che però facciano risaltare i colori.

Nelle romaniche si preferiranno composizioni essenziali e poco abbondanti, nelle barocche ci sarà uno sfoggio di addobbi curati e suggestivi in stile romantico mentre nelle cattedrali dominerà lo sfarzo per adeguarsi alla maestosità dell’architettura.

Nelle chiesette rustiche che si trovano nelle campagne troveremo un allestimento agreste caratterizzato da tonalità pastello, al contrario le chiese moderne si prestano di più alla sperimentazione ed al gusto personale.

Composizione degli addobbi

Oltre ai soliti fiori ormai le composizioni per matrimonio sono arricchite da frutti e piante ed i fiori sono scelti anche in base al loro significato.

I fiori d’arancio esprimendo fecondità e puzza sono da sempre considerati il simbolo del rituale mentre è meglio evitare margherite, giacinti ed orchidee che hanno il significato opposto, i gigli invece è meglio evitarli perché sporcherebbero gli abiti.

I più utilizzati e consigliati sono le classiche e sempreverdi rose simbolo di dolcezza e bellezza ed i tulipani che rappresenta le dichiarazioni d’amore, entrambi infatti sono facilmente reperibili in ogni stagione.

Molto utilizzati sono anche le peonie in tutte le sue tonalità di porpora ed i fiori di pesco che accanto alle spighe rappresentano un simbolo propiziatorio e sono perfetti per un matrimonio “rustico”.

In estate sono consigliatissimi i fiori con colori sgargianti come il rosa, il verde, l’azzurro il giallo, in primavera meglio scegliere le tonalità pastello mentre in autunno è perfetto intonare le tonalità all’ambiente riprendendo i colori delle foglie.

Gli addobbi floreali per il rito civile

In municipio la funzione degli addobbi è più che altro fondamentale per dare un tocco di colore in più alla cerimonia che è di tipo standard.

Generalmente il comune ha degli addobbi già preparati ma c’è comunque la possibilità di portare composizione di proprio gusto chiedendo comunque il permesso poiché il tempo di cambiare i fiori da una funzione all’altra è poco.

Solitamente comunque si tende a porre una composizione floreale davanti al tavolo di fronte al quale siede la coppia ed altre due laterali, un’altra all’ingresso del comune e piccoli bouquet dalle tonalità chiare sulle sedie dove saranno gli invitati.

Gli addobbi floreali per il ricevimento

Anche il locale scelto per la cerimonia deve essere abbellito tenendo presente l’architettura e l’arredamento ma non dimenticando e composizioni scelte per chiesa e bouquet.

A seconda poi di dove si svolge il matrimonio cambiano gli addobbi.

In un luogo semplice si prediligono le ghirlande davanti al tavolo fermate da nastri che riprendono le tovaglie.

In casa si preferiscono fiori di stagione e composizioni di frutta.

In una villa o in un castello è necessario riprendere gli antichi sfarzi del luoo ed a questo possono essere funzionali dei candelabri sia sul tavolo del buffet che sui singoli tavoli impreziositi da composizioni floreali eleganti.

All’aperto invece basterà far sistemare le piante ed il giardino già presenti ed aggiungere qualche mazzo di fiori centrotavola di dimensioni non eccessive.

Altri addobbi

Usanza molto diffusa ed apprezzata è dare a tutti gli ospiti maschili un fiore da portare all’occhiello prima che entrino in chiesa ed alle ospiti femminili un piccolo bouquet realizzato con fiori che riprendano il bouquet della sposa.

Anche l’auto degli sposi è spesso decorata, se si sceglie una carrozza o un’auto d’epoca vedremo addobbi semplici per non esagerare con lo sfarzo, mentre per le auto moderne gli sposi potranno sbizzarrirsi a gusto proprio.

I fiori per la sposa

Molte spose decidono di abbellire le loro acconciature con dei fiori che devono però essere molto delicati e curati ma il pezzo forte resta il bouquet.

Nella scelta del bouquet non bisogna considerare solo il gusto della sposa ma anche stile e colore del vestito, solo a quel punto si deciderà se optare per uno a cascata o rotondo, per uno fresco o già confezionato.

Nell’eventualità di un bouquet fresco la scelta può ricadere su fiori d’arancio, peonie, lillà o altre allegre composizioni, ma i più richiesti restano sempre quelli con le rose, un vero e proprio classico adorato dalle spose e quelli più eleganti ed esotici che portano una cascata di orchidee meravigliose.

Consigli ed info utili

Attenzione particolare bisogna prestarla al momento di scegliere i fiori, bisogna infatti privilegiare fiori dal profumo non troppo intenso che potrebbe dar fastidio agli invitati.

In alcuni casi gli sposi possono decidere di utilizzare le stesse composizioni floreali delle altre nozze che si svolgeranno quel giorno nello stesso luogo prendendo accordi in tal senso e stabilendo determinate regole comuni.

Gli sposi devono inoltre ricordare di accertarsi con il parroco di avere libera riguardo il fioraio da scegliere, alcune chiese infatti si avvalgono di servizi solo da fornitori conosciuti.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360