Cani da appartamento.


Cani da appartamento

    Indice:

  1. Quale razza scegliere?
  2. Taglia piccola
  3. Taglia media
  4. Taglia grande
  5. Consigli per la scelta
  6. Come adottare un cane: a chi rivolgersi?

I cani da appartamento sono tra le tipologie più ricercate, perché ormai si vive in grossi Centri ed è difficile poter disporre di uno spazio all' aperto, un giardino, un orto. Avere un animale domestico è senza dubbio un impegno, ma anche una grande compagnia.

A tutti è noto che esistono moltissime razze di cani, ognuna con le proprie caratteristiche fisiche e psicologiche, che hanno esigenze diverse e sono per questo più o meno compatibili con una vita in appartamento, tuttavia nella scelta c'è un'altra variabile da considerare ovvero il tempo che possiamo dedicare all'animale.

Come scegliere un cane adatto al nostro  appartamento.

Anche se un cane da adottare dovrebbe essere scelto in base al proprio carattere, la scelta di un cane da appartamento, non può non tener conto delle dimensioni dell'appartamento: più lo spazio è esiguo, tanto meglio sarà scegliere un cane dalla taglia piccola e possibilmente non troppo vivace, in modo che non soffra per l’impossibilità di muoversi a suo piacimento. Moltissime sono le razze tra cui scegliere il proprio compagno a quattro zampe, riportiamo di seguito le più comuni :

Cani di taglia piccola, i migliori per le case piccole.

I cani di taglia piccola sono senza dubbio i più adatti a vivere in un appartamento, soprattutto se si dispone di poco spazio. I cani hanno bisogno di muoversi, devono avere uno spazio proprio, ma nello stesso tempo devono poter godere della rassicurante vita domestica.Tra le razze di cani di taglia piccola adatte a vivere in appartamento troviamo:

  • Il Barboncino, forse il più comune nelle case italiane, cane sensibile, con la non trascurabile dote della longevità, molto docile con i bambini;
  • Il Bichon frisè, con pelo riccioluto bianco, in genere piuttosto lungo. Per il suo carattere pacifico è adatto a stare con i bambini, abbaia poco, non crea problemi anche in appartamenti che si trovino in condominio;
  • Il Boston Terrier, incrocio tra il Bulldog e il Bull Terrier, piccolo ma muscoloso, di gran compagnia in casa ma un po’ aggressivo con gli altri cani;
  • Il Chihuahua, uno dei più piccoli in assoluto, si fa amare per la sua tenerezza e vivacità, ed ha il grande vantaggio di essere facilmente trasportabile. Ha pelo corto;
  • Il Bassotto, caratterizzato dalle zampe molto corte, nonostante il corpo allungato, può essere a pelo lungo, corto o duro; è un buon cane da guardia e tende ad essere molto pigro;
  • Il Maltese, caratterizzato dal lungo pelo bianco, è molto dolce e ama le coccole;
  • Il Carlino, estremamente mansueto e adatto alla convivenza con i bambini, dorme molto e non necessita di molto spazio.

Cani di taglia media: un buon compromesso per un appartamento normale.

I cani di taglia media hanno dimensioni tali che non possono essere portati in borsetta, ma nemmeno tali da non essere adatte alla vita in appartamento. Il loro peso oscilla tra i dieci e i venticinque chili, peso che li rende inoffensivi ai bambini e anzi particolarmente adatti a giocare con loro. Le razze più comuni tra cui scegliere il cane d'appartamento sono:

  • Il Boxer, che necessita di passeggiate giornaliere, nasce da un incrocio tra razze di cani da combattimento ma non ha indole aggressiva; conserva solo il loro aspetto, con mascella sporgente, naso all’insù e corpo muscoloso;
  • Il Beagle, con orecchie lunghe, pelo corto e soffice, è docile ma difficile da addestrare, è adatto ai bambini ma meno alle persone anziane perché ha molto bisogno di muoversi;
  • Il Bulldog, ha testa larga ed è basso con zampe massicce, è estremamente mansueto con i bambini;
  • Il Cocker Spaniel, uno dei più amati, ha pelo riccio ed è caratterizzato dagli occhi dolci e tristi, è molto pigro e trascorre tranquillamente il suo tempo in casa. Anche se nasce come cane da caccia è sicuramente uno dei più adatti alla vita d’appartamento vista la sua docilità;
  • Il Dalmata, dall’aspetto elegante e peculiare per il suo mantello pezzato bianco e nero, è un cane giocherellone, allegro e affezionato, vive benissimo in appartamento perché pulito e molto attento;
  • Lo Scottish Terrier, a pelo corto, è un ottimo cane da compagnia ma anche da guardia, è socievole e giocherellone e abbaia pochissimo.

I cani di taglia grande sono da scegliere se si ha una casa ampia.

In ultima analisi, ci sono anche cani di dimensioni maggiori che possono comunque adattarsi a vivere in appartamento, se adeguatamente addestrati e a patto ovviamente che i metri quadri della casa non siano eccessivamente esigui. Si tratta in questo caso di razze particolarmente mansuete, ad esempio:

  • Alano o Danese: derivato da incroci tra mastini e levrieri, unisce la corporatura massiccia degli unici con la grazie e l’eleganza degli altri. Nonostante le dimensioni (sono alti tra i 70 e gli 80 cm al garrese), per il carattere gentile, leale e fedele ben si adatta a vivere in casa, anche se non è particolarmente adatto alla convivenza con bambini piccoli;
  • San Bernardo: per quanto anche questa razza si contraddistingua per la notevole stazza, in realtà è adattissimo alla vita di appartamento perchè è mansueto e docile e si muove pochissimo; per la sua dolcezza e attenzione è addirittura consigliabile come baby sitter; non sbava tanto quanto altri cani di razza simile ed è socievole con chiunque si dimostri amico della famiglia cui appartiene;
  • Terranova: cane dal pelo folto e ondulato, simile al Labrador, ha un temperamento buono, altruista, intelligente, tanto da essere definito quasi umano; per questo si adatta bene alla convivenza con gli umani anche in spazi ristretti come un appartamento, nonostante la grandezza (misura in genere 70 cm al garrese).

Consigli utili per la scelta.

Le tipologie di cani che possono vivere anche in uno spazio ristretto di un appartamento sono dunque numerose e variegate; il modo migliore per effettuare una scelta è quindi basarsi sulle proprie personali esigenze.

Dall’elenco sopra riportato, ci sono infatti cani più adatti a stare con i bambini, perché hanno voglia di giocare, e altri che invece sono più adatti alle persone anziane, perché tranquilli.

Ci sono cani che hanno molto bisogno di movimento, se quindi si ha scarsa possibilità di portarli a spasso è meglio evitarli; oppure altri pigri, più adatti a chi a sua volta conduce una vita sedentaria o è spesso fuori casa.

Se si vive in condominio, è opportuno informarsi se per il relativo Regolamento vi sono razze specifiche non accettate.

Sarà bene scegliere un cane già adulto ed educato, se non si ha tempo o voglia di addestrarlo, come bisogna fare invece con un cucciolo.

Infine, cosa in assoluto più importante, un cane va preso soltanto se si ha la ferma intenzione di curarlo con amore, e mai per una moda del momento o per il capriccio di un figlio: troppo spesso infatti gli animali domestici vengono abbandonati nei periodi estivi o dopo che è passato il capriccio momentaneo senza curarsi delle conseguenze che tale abbandono può provocare.

Oltre che per un cane di razza, qualora ci si rivolga ad un canile, si può optare per un meticcio. Naturalmente per cani d'appartamento sarà sempre bene orientarsi verso taglie medio piccole, quindi se si prende un cucciolo accertarsi che tra i genitori almeno uno dei due sia di dimensioni medie-piccole. Per il resto, in genere, i meticci sono molto affettuosi e dunque adatti a vivere in appartamento.

A chi rivolgersi per adottare un cane.

Quando si decide di voler prendere in casa un cane, si deve innanzitutto decidere che strada seguire. I cani possono infatti essere acquistati presso i negozi specializzati, un allevamento, oppure presi in adozione presso un canile. Ovviamente, tra le scelte la differenza non è solo economica.

Nel caso in cui il cane venga acquistato si ha la possibilità di avere un cucciolo da crescere, di conoscerne il pedigree e prevederne la morfologia da adulto. Viceversa in un canile bisogna optare per un cane già grande, e spesso con una storia difficile alle spalle. La decisione in questo caso dipende quasi esclusivamente dalla sensibilità personale.

In ogni caso, in ognuno di questi luoghi si può trovare personale specializzato che può aiutare ad effettuare la scelta della razza maggiormente rispondente alle proprie esigenze pratiche e di gusto: di taglia piccola o media, a pelo lungo o corto, e così via, adatte a vivere in appartamento.

Torna all'indice


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360