Come abbassare il colesterolo cattivo.


Come abbassare il colesterolo cattivo

Questa guida si propone di offrirvi tutte le informazioni necessarie su come abbassare il colesterolo cattivo, intervenendo non solo sul regime alimentare, ma anche promuovendo comportamenti sani.l colesterolo è purtroppo un disturbo che colpisce una buona percentuale della popolazione: colpa della nostra alimentazioni irregolare ed uno stile di vita poco sano, oltre ad esser connesso a fattori ereditari

Il colesterolo cattivo

Il colesterolo è una molecola lipidica presente nel nostro organismo, in parte prodotta autonomamente, in parte acquisita attraverso l’alimentazione. Esso è un elemento fondamentale per il nostro organismo, necessario per la sopravvivenza della membrana cellulare animale, per la divisione cellulare, per la sintesi degli ormoni steroidei o ancora per lo sviluppo embrionale.

Fondamentale invece per capire il danno che può portare il colesterolo alto, è il trasporto di questo nel sangue: essendo i lipidi idrosolubili, è necessario che esso venga trasportato da altre molecole, generalmente proteine.

Quando in medicina si parla di colesterolo quindi, ci si riferisce più in particolare a determinate classi lipoproteiche che circolano nel sangue e alla loro concentrazione. In base dunque a tale concentrazione di proteine possiamo distinguere il colesterolo buono dal colesterolo cattivo.

È importante quindi capire che non esistono due tipi di colesterolo, ma che

  • il colesterolo buono è caratterizzato da lipoproteine ad alta densità (HDL) che preleva il colesterolo dalle pareti delle arterie prevenendo così l’eventuale formazione di placche,
  • il colesterolo cattivo è caratterizzato da lipoproteine a bassa densità (LDL) che depositano invece il surplus colesterolo sulle pareti delle arterie, portando alla possibile formazione di placche nei vasi sanguigni. È proprio questo che può portare a problemi circolatori e malattie cardiovascolari.

Quando si parla di colesterolo cattivo alto, ci si riferisce al rapporto tra HDL/LDL che per le donne deve essere pari a 4,5, mentre per l’uomo non superiore ai 5.

Se siete tra quegli individui che sono fuori da questo rapporto, ecco le indicazioni principali per riuscire ad abbassare il colesterolo cattivo e riequilibrare il vostro organismo, scongiurando eventuali problemi cardiovascolari.

Come abbassare il colesterolo cattivo

Regime alimentare

  • evitare di pranzare in fast food e simili, in cui l’uso di olio e grassi saturi non è tenuto sotto controllo, così come in alcuni casi, la qualità degli alimenti.
  • ridurre nettamente il consumo di alcolici.
  • non eccedere in zuccheri.
  • ridurre drasticamente l’utilizzo di olio e grassi vari e di sale.
  • evitare le pietanze fritte: è sempre preferibile la cottura a vapore, la griglia, il bollito, il forno, ecc.
  • ridurre il consumo di carne: non significa eliminare la carne dalla vostra alimentazione, ma non arricchire troppo la vostra dieta di questo alimento. I grassi della carne contengono infatti parecchio colesterolo. Eliminate il grasso della carne quando la mangiate e la pelle dove è presente (tipo quella della coscia di pollo!). Preferite le carni bianche (pollo e tacchino), al manzo e al maiale.
  • ridurre il consumo dei carboidrati (preferire il riso) e i derivati del latte.
  • evitare gli alimenti in scatola e preconfezionati.
  • assumere alimenti contenenti omega 3, cui studi recenti hanno dimostrato che agisce sull’inattività del colesterolo (quello depositato presso le pareti e che può formare placche arteriosclerotiche). Esso è naturalmente presente in alcuni alimenti come il pesce azzurro(ad esempio il tonno o gli sgombri). Molte aziende stanno venendo incontro a coloro che hanno problemi di colesterolo alto immettendo in commercio prodotti sempre più diversificati con dosi aggiunte di omega 3: latte, margarina, yogurt e così via. In alternative, ricordatevi che gli omega 3 possono essere assunti anche attraverso integratori.
  • alimenti come frutta, verdura, legumi, cereali, mais sono consigliati e possono essere mangiati in abbondanza; in particolare; la verdura oltre a non contenere colesterolo aiuta grazie alle fibre a favorire la digestione; inoltre la frutta non deve mai mancare nei vostri pasti (il detto “una mela al giorno leva il medico di torno” nasce proprio da effetti benefici riscontrati dall’assunzione regolare di tale frutto).
  • sono consigliati elementi a base di soia, ma anche di frutta secca come noci e mandorle.
  • assumere prodotti a base di fitosteroli vegetali che riducono il livello di colesterolo. Si tratta però di prodotti che hanno i loro effetti negativi se consumati in eccesso e sono consigliati soprattutto per chi ha una predisposizione genetica al colesterolo alto.
Attenzione: quando parliamo di riduzione, non vogliamo intendere che determinati alimenti vadano eliminate drasticamente dal vostro regime alimentare, bensì che vi deve essere una maggiore attenzione nel consumo di questi cibi. Sarà poi in base al livello di colesterolo alto che, in coscienza, valuterete la vostra situazione, determinando quanti sacrifici dovete fare nella vostra dieta.

Esercizio fisico

Una dieta da sola non può bastare, anzi può finire per indebolire i nostri muscoli, portando il nostro organismo ad una maggiore debolezza. È necessario un esercizio fisico che non vi porti via necessariamente molto tempo o vi costringa a sforzi eccessivi, ma basta un’attività regolare e costante, anche di soli 30 minuti al giorno. Potete scegliere autonomamente l’esercizio fisico che preferite (compatibilmente con gli eventuali altri disturbi che potete avere: non scegliete ovviamente il sollevamento pesi, se avete problemi di schiena!!): dalle attività aerobiche al nuoto, dallo yoga alla semplice corsa nel vostro quartiere.

Farmaci

Sono utili per il colesterolo le vitamine del complesso B2, ma non solo. Esistono diversi farmaci e integratori in commerci adatti per chi ha problemi di colesterolo cattivo alto. I farmaci più adoperati sono le statine, ma non faremo in questa sede riferimenti a medicine specifiche, ritenendo essenziale per curarsi con terapia farmacologica rivolgersi al vostro medico di fiducia.

Consigli utili

  • Smettere di fumare (se siete soggetti a tale dipendenza) è fondamentale: tra i tanti effetti negativi della nicotina, essa contribuisce alla formazione di placche, divenendo un aggravante fattore che può indurre a malattie cardiovascolari.
  • Ricordate di leggere bene le etichette del cibo che comprate: la composizione dell’alimento è essenziale per una buona dieta.
  • È essenziale, oltre a seguire i consigli qui descritti, rivolgersi al vostro medico curante che, conoscendo la vostra situazione complessiva, vi indicherà in maniera più precisa sul da farsi per abbassare il colesterolo in maniera rapida e salutare.
  • Diminuite il vostro peso corpore è un altro fattore necessario: l’obesità o il sovrappeso sono allo stesso tempo concause e spie di un problema di colesterolo alto.
  • Se siete soggetti ad avere il colesterolo alto, tenetelo sotto controllo sottoponendovi regolarmente ad analisi del sangue.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360