Come costruire una parete in cartongesso.


Come costruire una parete in cartongesso

Per tutti gli utenti amanti del fai da te, ecco una serie di indicazioni per imparare come costruire una parete in cartongesso, un modo pratico ed economico per innalzare una parete provvisoria in una stanza. Per riuscire a raggiungere in modo economico ed abbastanza facile il risultato agognato. Allora, mano alla cassetta degli attrezzi e create da soli il vostro nuovo angolo di casa, seguendo, passo dopo passo, i nostri consigli.

Il cartongesso

Il cartongesso è un materiale edilizio (di ovvia derivazione dalla lavorazione del gesso) molto comune perché leggero, facile da utilizzare ed economico; inoltre è uno dei materiali fondamentali per il fai da te e per l’edilizia cosiddetta “leggera”. Infatti, il cartongesso è particolarmente adoperato da tutti coloro che hanno necessità di creare autonomamente una suddivisione in una stanza con diverse finalità (cabina armadio, ripostiglio, studio, altra stanza...).

Le dimensioni variano in base al taglio con cui viene venduto e lo spessore di un pannello di cartongesso varia tra l’1 e i 10 centimetri.

Le principali caratteristiche del cartongesso sono:

  • proprietà termoacustiche: non divulgazione del calore e del suono.
  • proprietà ignifughe: non infiammabile.
  • proprietà idrorepellenti: non permette di filtrare l’acqua.

Come costruire una parete in cartongesso

Per riuscire a costruire una parete in cartongesso, dovete procurarvi tutto l’occorrente in termini di arnesi e simili, ama soprattutto di precisione e pazienza. Il nostro esempio riguarda la costruzione di una cabina armadio o di un piccolo ripostiglio, infatti nella maggior parte dei casi la creazione di una parete in cartongesso prevede sempre progetti da realizzare in piccoli spazi soprattutto negli angoli di una stanza, quindi delle quattro pareti spesso due sono in cartongesso e due sono le mura già presenti della stanza. Ad ogni modo tutto può variare in base al vostro progetto, le dimensioni infatti andranno adattate allo spazio che avete a disposizione, ma il procedimento che dovrete seguire è sempre il medesimo. Ecco dunque tutto il set necessario e le istruzioni da seguire.

Occorrente

  • Pannelli di cartongesso (generalmente vengono scelti pannelli di uno spessore di 1,5 o 2 cm)
  • Matite
  • Sega
  • Taglierino
  • Filo di piombo
  • Livella
  • Tasselli ad espansione
  • Travi in legno per struttura portante
  • Chiodi da carpentiere da circa 8 cm
  • Materiale isolante da introdurre tra una facciata e l’altra di una parete.
  • Viti autofilettanti
  • Carta vetrata
  • Secchio da muratore
  • Cazzuola
  • Stucco
  • Vernice o mattonelle
  • Eventualmente la porta

Progetto.

Prima di iniziare, è necessario che con una matita creiate un piccolo progetto su carta e che riprende le linee guida sulle superfici che vi interessano. Nel nostro caso (cabina armadio o un piccolo ripostiglio), dovremmo delienare i confini di questo nuovo spazio in termini di pareti e quindi tracciare le linee su pavimento, soffito e quelle pareti che sfrutterete. Ovviamente le misure varieranno in base alle vostre necessità ed esigenze. Queste linee saranno i vostri continui riferimenti durante tutto il lavoro ed è su queste linee che costruirete la struttura portante del cartongesso.

Struttura.

Fissare i travetti (le piccole travi in legno che avete acquistato) lungo tutte le linee guida con i tasselli ad espansione. Ovviamente, con gli opportuni arnesi (sega, tagleirino, ecc) adeguare le dimensioni alle vostre necessità.

Arrivati all’area in cui dovrà venire la porta, segate la parte dei travetti in modo da ricavare uno spazio vuoto destinato poi all’innesto del telaio della porta.

Fissare i travetti anche verticalmente per tutta l’altezza dei pannelli di cartongesso da installare. Per assicurarvi che le pareti siano innalzate dritte, senza antipatiche pendenze, è necessario che i travetti siano fissati dritti: per far questo utilizzate il filo di piombo, uno strumento spesso usato in edilizia che vi permette di stabilire la direzione perfettamente verticale rispetto ad un punto: fissato sulla parte alta, cadrà in modo da determinare una linea perfetta verso il basso da seguire nell’applicazione dei travetti.

Per preparare la struttura anche del telaio della porta, fissate una trave orizzontale sui due travetti di legno verticali che stabiliscono i limiti della porta: in questo modo avete costruito il limite superiore. Fate molta attenzione alle dimensioni, assicurandovi che le misure siano adatte ad ospitare il telaio, e utilizzate la livella per verificare che tutte le assi sia diritte.

Creare una sorta di struttura a scacchi fissando a distanza di 70 centimetri circa, ulteriori montanti verticali alle travi fissate su soffitto e pavimento e traverse orizzontali, tra i montanti verticali fissati. Quest’ultima operazione deve tener conto della dimensioni dei pannelli di cartongesso da fissare.

I pannelli.

Dopo aver costruito la struttura, è venuto il momento di applicare i pannelli di cartongesso, utilizzando le viti autofilettanti. Si inizia dall’alto e lasciando qualche centimetro di spazio dal pavimento che verrà poi ricoperta dal battiscopa: questa tecnica servirà ad evitare che l pannello assorba umidità.

Una volta applicata la prima facciata, inserite del materiale isolante ed eventualmente tubi in polietilene per eventuali collegamenti dell’impianto elettrico.

Procedete successivamente ad applicare la seconda facciata.

Continuare così per ogni parete che volete costruire.

Rifinire.

  • Passare la carta vetrata sulle pareti di cartongesso.
  • Stuccare le pareti di cartongesso e le rifiniture (viti, etc.) con gli appositi attrezzi (secchio e cazzuola).
  • Trattare con un isolante le pareti.
  • Verniciare con i colori che preferite.
  • Montate il battiscopa.

Fieri del vostro lavoro? La vostra parete è pronta ed avete creato un angolo tutto per voi con poche mosse e a poco prezzo!

Consiglio.

Se la parete che state costruendo ha carattere temporaneo, nel definire la struttura i travetti possono essere fissati con la colla anziché con i tasselli ad espansione.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360