Come diventare allenatore di calcio.


Come diventare allenatore di calcio



L’articolo prova ad esplicare i vari e tortuosi passaggi che bisogna seguire se si vuole diventare allenatore di calcio. Prima di ogni altra cosa chiariamo che cosa è la figura dell’allenatore di calcio.

Allenatore di calcio

Generalmente in qualunque disciplina sportiva sia essa individuale che collettiva l’allenatore è colui che sovra intende agli allenamenti.Nel calcio in quanto disciplina di squadra l’allenatore cura: i fondamentali tecnici dei giocatori, l’organizzazione tattica del gioco e la motivazione psicologica individuale e collettiva. Per la preparazione atletica è generalmente affiancato da specialisti in materia fisico ginnica. In Italia il calcio è governato e quindi organizzato dalla FIGC (Federazione Italiana Gioco Calcio). Questa ha deliberato che gli allenatori, qualunque sia il livello, devono essere in possesso di una abilitazione rilasciata con una sorta di patentino.

Brevetti per allenatori di calcio

I livelli di abilitazione sono 3:

  • Allenatore di base,
  • Allenatore professionista di II categoria,
  • Allenatore professionista di I categoria.

Brevetto di Allenatore di base viene rilasciato al termine di un corso indetto annualmente dalla Lega Nazionale Dilettanti attraverso i suoi comitati di ciascuna regione.

Il corso è a pagamento ed a numero chiuso e dura 5 settimane con 120 ore di lezioni. Per essere ammessi bisogna avere un’età tra i 25 e 55 anni. Partecipano i primi di una graduatoria compilata per titoli in cui vengono valutati:

  • Trascorsi calcistici (dalla terza categoria alla serie A).
  • Trascorsi di allenatore non iscritto nei ruoli.
  • Titoli di studio (diploma ISEF, Laurea etc.).
  • Attestati (Corsi Coni etc.).

Per coloro che non sono stati calciatori professionisti è necessaria anche una prova preliminare di tecnica calcistica.

Col brevetto di allenatore di base si possono condurre tutte le squadre dalla seconda categoria al Campionato Nazionale Dilettanti e fare l’allenatore in seconda per squadre di C2 e C1.

Brevetto di allenatore professionista di II categoria viene rilasciato al termine del corso indetto annualmente dalla FIGC al Centro tecnico di Coverciano.

Il corso è a numero chiuso ed a pagamento. Possono accedervi i titolari da almeno 2 anni del brevetto di allenatore di base che hanno almeno 30 anni dopo aver superato un preesame scritto di teoria calcistica. Partecipano i primi di una graduatoria a punti stilata in base a:

  • Trascorsi calcistici e partecipazioni in nazionale e competizioni di vario livello.
  • Trascorsi di allenatore.
  • Titoli di studio.
  • Punteggio della prova scritta.

Col brevetto di allenatore professionista di II grado si possono condurre squadre fino alla serie C e fare da vice allenatore in squadre di B ed A.

Brevetto di allenatore di allenatore professionista di I categoria è sempre rilasciato dalla FIGC dopo un corso tenuto a Coverciano. Al corso, a numero chiuso, si può accedere: se si ha più di 32, si è titolare di un brevetto di II grado da almeno 2 anni e se si è superato un preesame scritto di tattica/tecnica calcistica. Per stabilire i partecipanti al corso che dura 16 settimane si stila una graduatoria in base a:

  • Trascorsi calcistici.
  • Trascorsi di allenatore.
  • Punteggio prova scritta.
  • Titoli di studio.

Il patentino abilita ad allenare qualsiasi squadra.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360