Come diventare notaio.


Come diventare notaio



Guida esplicativa per scoprire il percorso che permette di diventare notai. Sebbene il luogo comune vuole che la figura del notaio sia tramandata di padre in figlio per generazioni, per diventarlo bisogna comunque seguire una prassi comune a tutti, e non è detto che questa strada non possa aprirsi a giovani che non discendono da famiglie di notai.

Cosa occorre:

- Laurea in giurisprudenza;

- Praticantato notarile;

- Superamento del concorso pubblico indetto dal Ministero della Giustizia.

Documenti necessari:

- Carta d’identità;

- Certificato di nascita;

- Certificazione del casellario giudiziario;

- Certificato di laurea;

- Certificato di carichi pendenti;

- Autocertificazione della domanda di ammissione al Registro dei Praticanti;

- Accettazione firmata dal notaio presso il cui ufficio si svolgerà la pratica notarile;

- Tassa di 0,77 cent.

- Tutti i documenti tranne il certificato di nascita devono essere corredati di marca da bollo;

- Ulteriore bollo di 11, 00 euro.

La Laurea: Per diventare notaio, il primo passo è la scelta della Facoltà di Giurisprudenza per conseguire la laurea quadriennale o magistrale che consta di circa 21 esami; alcuni atenei offrono la possibilità di scegliere l’indirizzo specifico notarile;

Il Praticantato: ottenuta la Laurea in Giurisprudenza, per fare il praticantato presso uno studio notarile, bisogna consegnare un’apposita domanda al Consiglio Notarile del Distretto in cui si desidera svolgere il periodo di pratica. Una volta accettata la domanda, il praticantato deve avere una durata non inferiore ai 18 mesi, per essere utile ai fini del superamento del concorso. Di questo periodo, almeno un anno deve essere espletato in modo continuativo, gli altri 6 mesi si possono anche praticare durante l’ultimo anno universitario, previo consenso del Consiglio Notarile, e va terminato entro 30 mesi dall’accettazione della domanda. Ogni due mesi, l’aspirante deve consegnare al suddetto Consiglio un certificato di frequenza con apposta la firma del notaio presso il quale si sta svolgendo la pratica.

Il Concorso: ogni anno il Ministero della Giustizia bandisce il concorso pubblico nazionale per aspirare a diventare notaio professionista. Il concorso si svolge a Roma e i candidati devono aver terminato il periodo di praticantato entro 45 giorni dalla data di pubblicazione del bando di concorso. Il Concorso prevede una prova scritta ed una orale.

- La prova scritta: la prova scritta si svolge in tre giorni consecutivi, in cui si sottopongono ai candidati tre casi da risolvere, due riguardano atti tra vivi, di cui uno in materia di diritto commerciale, ed un atto di ultima volontà. Per ogni caso vanno spiegate le soluzioni scelte rispettando i canoni richiesti dalla traccia, ogni prova ha una durata massima di sette ore;

- La correzione: la correzione della prova scritta ha tempi abbastanza lunghi, ma decreta la selezione principale. L’esame scritto rappresenta anche la prova più difficile e quindi la più importante da superare, è bene quindi prepararsi al meglio e dedicarsi ad ore di studio per assicurarsi il superamento di questa prova, se necessario frequentando dei corsi di preparazione spesso organizzati dagli stessi studi notarili;

- La prova orale: una volta superata la prova scritta, quella orale appare notevolmente più agevole, anche perché gran parte delle materie sono state già preparate per la prova scritta. Essa verte principalmente su: diritto civile e diritto commerciale ed istituti giuridici sull’ufficio notarile; ordinamento notarile e disposizione degli archivi ed infine disposizioni sulle tasse degli affari. Il risultato della prova orale si conosce immediatamente.

-Graduatoria: tra gli 8 mesi ed un anno dalla conclusione del concorso viene pubblicata la graduatoria che riporta l’elenco dei vincitori del concorso con annesse le sedi disponibili;

La professione: vinto il concorso al neo notaio viene assegnata una sede in cui avviare il proprio studio; in alternativa si può continuare a lavorare presso lo studio in cui si è effettuato il praticantato.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360