Come fare i capelli mossi.


Come fare i capelli mossi



Stanche del vostro look? Volete vivacizzare la vostra pettinatura? Scopriamo insieme allora come fare i capelli mossi, per rinnovare il vostro aspetto o per dare un tocco particolare ai vostri capelli. Vi aspetta una serata particolare, una festa o volete soltanto stupire il vostro partner? Seguite questi semplici consigli per ottenere un’acconciatura come dal parrucchiere senza sforzo.

La tipologia di capelli.

Prima di tutto tenete bene a mente una cosa: i capelli non sono tutti uguali. Quei riccioli morbidi che la vostra amica riesce ad ottenere così bene con qualche colpo di spazzola e phon potrebbero essere un miraggio per voi e per la vostra capigliatura. Cerchiamo quindi per prima cosa di capire che tipo di capello abbiamo e troviamo quali sono i prodotti che riescono a rendere al meglio sulla nostra testa. Spuma, cera, balsamo lacca: sperimentate! Armatevi di pazienza, recatevi nel reparto con i prodotti per la cura dei capelli al supermercato o in un negozio specifico e provate. Fatevi anche consigliare dalle commesse, che sicuramente avranno qualche dritta da proporvi, o anche dal vostro parrucchiere che potrebbe consigliarvi qualche prodotto specifico, magari un po’ meno economico, ma sicuramente adatto per i vostri capelli.

Le varie tecniche per avere capelli mossi.

Scoperto qual è il vostro tipo di capelli (grassi, secchi, sottili, spessi) e individuati i prodotti più efficaci per modellarli, bisogna anche scegliere la tecnica migliore per ottenere il risultato che desiderate.

Una piega veloce con la spazola.

Se siete fortunatamente dotate di capelli facilmente lavorabili, per ottenere un look mosso saranno necessarie poche piccole mosse. Lavate i capelli con uno shampoo per capelli mossi, e dopo utilizzate anche un balsamo che aiuta ad “arricciare”. Dopodiché asciugate sommariamente i capelli con un asciugamano e cospargeteli con una buona dose di spuma. Per procedere nell’asciugatura, se desiderate dei riccioli ben definiti, asciugate per ciocche utilizzando il phon a potenza elevata. Arrotolate ogni ciocca intorno ad una spazzola tonda, preferibilmente di metallo, ed il gioco è fatto. Se invece preferite un mosso più selvaggio, attaccate all’estremità del phon un diffusore e asciugate con quello: look scompigliato garantito!

La piega con i bigodini.

Uno tra i metodi più efficaci per ottenere i capelli mossi è fare la messa in piega con i bigodini (conosciuti anche come “rolli”). Per prima cosa lavate con cura i capelli e passateci anche un po’ di balsamo, per rendere più facile il pettinarli. Scegliete poi i bigodini a seconda del tipo di ricciolo che volete creare. I bigodini più larghi daranno una curva più ampia e morbida, mentre con quelli più stretti otterrete un effetto più riccio. Dividete i capelli in ciocche e arrotolatele intorno al bigodino. Partite dall’alto, per arrivare alle ciocche più in basso, e arrotolate fino a toccare il cuoio capelluto. Bloccate i capelli con una forcina o con una molletta. Dopo che avrete arrotolato tutti i capelli procedete con l’asciugatura. Continuate finché anche i capelli all’interno non risultino asciutti. Quando saranno tutti completamente asciutti togliete i bigodini e pettinate con le mani, cercando di non disgregare le ciocche, e spruzzate un po’ di lacca per fissare il risultato ottenuto.

Capelli mossi con la piastra.

Lavate bene i capelli e poi asciugateli bene. La piastra non si passa mai sui capelli bagnati. Divideteli poi in ciocche non molto grandi. Prendete una piastra stretta, partite dalle ciocche più in basso, arrotolatele intorno alla piastra che farete scivolare con lentezza lungo tutta la lunghezza del capello. Continuate con questa manovra procedendo verso le ciocche più in alto. Se avete anche un modello di piastra più largo, per le ciocche laterali usate quello. Darà più volume ai capelli. Quando tutti i capelli saranno stati arrotolati e piastrati avrete un effetto mosso molto morbido e naturale. Inc aso vogliate dei riccioli più resistenti invece, passate tra i capelli del gel, della lacca o della spuma prima di trattarli con la piastra. Il risultato fissante è garantito.

La permanente per dei capelli ricci perfetti.

Se siete stanche di dover trattare i vostri capelli ogni settimana per renderli mossi, e volete una soluzione più duratura, la soluzione ottimale è sicuramente la permanente. Sappiate però che la permanente è un trattamento molto complicato, che deve essere eseguito nella maniera migliore, onde evitare di danneggiare anche seriamente i capelli. Rivolgetevi quindi soltanto a parrucchieri esperti, che sapranno quali prodotti utilizzare. Una permanente di solito si sviluppa in diverse fasi. Nella prima i capelli vengono accuratamente lavati, ed in seguito suddivisi in ciocche. Queste ciocche saranno arrotolate intorno a dei bigodini. Dopodichè ai capelli sarà applicata una lozione in grado di sollevare le squame della cuticola del capello, penetrarne all’interno, e modificare la forma del capello stesso. Dopo un periodo di esposizione (più o meno lungo a seconda dei prodotti), tolti i bigodini i capelli saranno risciacquati e verrà terminata l’acconciatura.

A seguito di un trattamento di permanente è consigliabile non lavare i capelli almeno per due giorni, per fare in modo che le sostanze aderiscano completamente, e per non rovinare l’effetto ottenuto.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360