Come fare i capelli ricci.


Come fare i capelli ricci

Come fare i capelli ricci, e soprattutto come fare a far mantenere la chioma una forma compatta e gradevole? Sono milioni le donne che si fanno questa domanda. La gestione dei capelli ricci infatti riguarda non solo quelle che li hanno per natura, ma anche le donne dai capelli mossi e perfino quelle che hanno i capelli lisci.

Capelli ricci fai da te in casa.

Sono tante le scuole di pensiero su come fare ad arricciare i capelli e fare in modo che i ricci rimangano elastici e non si sformino dopo poco, vediamo cosa si può fare in casa con l'aiuto di vari strumenti o preparati.

Capelli ricci con la schiuma.

Il modo più diffuso per arricciare i capelli non naturalmente ricci e per sostenere i capelli già ricci, lavandoli da sole a casa, è l’uso della schiuma o spuma, spesso però il prodotto viene applicato a capelli asciutti e l’effetto finale è plastico e antiestetico. L’uso corretto di questo prodotto è l’applicazione dopo lo shampoo a capelli umidi, una piccola quantità di prodotto applicata sulle lunghezze e sulle punte prima dell’asciugatura favorisce la formazione del riccio anche nei capelli lisci o mossi.

Capelli ricci con il Gel.

L’altro prodotto superstar per definire i ricci è il gel, anche in questo caso i risultati migliori si ottengono applicando una modesta quantità di gel sui capelli bagnati e tamponati con un asciugamano, poi si può procedere all’asciugatura senza stropicciare i capelli con le mani per evitare che i ricci si aprano. Se si desidera un effetto bagnato visibile il gel è il prodotto adatto a patto che se ne riapplichi una piccola quantità sui capelli asciutti, in questo modo il capello risulterà più lucido, come se fosse appunto bagnato.

Un’ ottima alternativa ecologica ai comuni gel per capelli è il gel d’aloe. Le modalità di applicazione sono le stesse di un qualunque altro gel, la differenza è nel potere fissante. il gel d’aloe applicato sui capelli prima di asciugarli ha un azione idratante e disciplinante, ma non sempre è arricchito con sostanze fissanti, è quindi ottimo per dare corpo e definizione ai ricci ma non per ottenere pieghe estreme.

Crema per i ricci.

Il prodotto migliore per i capelli ricci tendenti al crespo è la crema, esistono svariati tipi di creme disciplinanti e anticrespo, che agiscono avvolgendo il capello in una sorta di guaina che lo protegge dall’umidità. Disponibile sia con che senza risciacquo, queste ultime sono più efficaci nel proteggere dall’umidità ma appesantiscono leggermente il capello.

Capelli ricci senza piastra: i bigodini.

Chi ha a disposizione un po’ più di tempo e pazienza, può utilizzare uno dei metodi più antichi per creare ricci elastici e resistenti: i bigodini.

I bigodini si utilizzano avvolgendo una ciocca di capelli umidi intorno ad esso, che va poi asciugata con l’aria calda del phone e fissata con un colpo d’aria fredda. Ne risulterà un riccio più o meno largo a seconda del diametro dei bigodini utilizzato, più il diametro sarà piccolo più il riccio risulterà stretto. In alternativa, per ottenere dei boccoli perfetti si possono utilizzare i curlformers, dei bigodini elastici. I curlformers sono delle fascette elastiche arrotolate su se stesse nelle quali si infila per distenderle un ferretto con una sorta di uncino, questo viene poi agganciato alla ciocca che si farà passare lentamente all’interno della fascetta e che eliminato il ferretto tornerà ad arricciarsi. A questo punto si potrà procedere all’asciugatura con il phone, una volta asciutti i capelli, le fascette potranno essere sfilate dalle ciocche che risulteranno meravigliosamente arricciate in boccoli perfettamente definiti.

Capelli ricci con la piastra.

Oltre ai bigodini ci sono molti altri strumenti disponibili per mettere in forma i capelli e ottenere ricci di forma e ampiezza diversi, in particolare la piastra in ceramica di piccole dimensioni e con superficie superiore riscaldata.

Dopo l’asciugatura si fa passare una ciocca di capelli all’interno della piastra calda e il resto della ciocca si avvolge intorno alla piastra superiore riscaldata anche all’esterno, si tiene in forma qualche secondo ed ecco formato il riccio. Con questo metodo ne risulterà un riccio abbastanza largo e ben lontano dall’aspetto tondeggiante dei boccoli ottenuti con il vecchio ferro arricciacapelli, ma l’effetto è ugualmente molto bello, diciamo più tendente al mosso che al riccio vero e proprio.

Capelli ricci afro con metodi naturali e non.

Per ottenere una bella capigliatura in stile afro ci si dovrà munire di tanta pazienza e preferibilmente di un’amica con una certa manualità. Uno dei metodi per ottenere quei fantastici e strettissimi ricci è detto braid out, si tratta di fare delle treccine su tutta la capigliatura umida, queste treccine vanno poi fatte asciugare all’aria o sotto il casco per 40-50 minuti, una volta sciolte ne risulterà una perfetta acconciatura afro che si manterrà in piega anche 4-5 giorni. L’alternativa è utilizzare un ferro arricciacapelli di piccole dimensioni, grazie al quale si potrà dare la piega ciocca per ciocca sui capelli asciutti ottenendo un riccio molto stretto ma tondo ed elastico.

Capelli ricci in salone.

La tecnica più gettonata per dare corpo e volume ai capelli è da sempre la permanente, un trattamento chimico che agisce in profondità modificando la forma del capello. L’effetto è temporaneo ma a lungo termine ed è possibile ottenere il livello di ondulazione desiderato accordandosi con l’acconciatore che metterà in forma i vostri capelli e a seconda del tempo di posa e di prodotto applicato la durata del trattamento potrà essere prolungata dalle 4 settimane ad una effetto permanente che sparirà solo con la ricrescita del capello nuovo. Mediamente il costo di una permanente si aggira sui 40 € per capelli di lunghezza media, ovviamente più i capelli sono lunghi più salirà il prezzo del trattamento; contrariamente a quanto si crede sottoporre i capelli alla permanente non li danneggia, comunque non più di una tinta per capelli, l’importante è non fare troppi trattamenti e troppo ravvicinati nel tempo, per non stressare eccessivamente i fusti e la cute.

Valorizzare i capelli già ricci.

Spesso i capelli ricci non vengono sufficientemente curati e asciugati nel modo giusto e il risultato della piega è spesso deludente, di seguito alcune dritte per valorizzare i capelli già naturalmente mossi o ricci:

  • dopo il lavaggio applicare sui capelli umidi un prodotto fissante, procedere poi all’asciugatura con il diffusore e phone a temperatura media, è importante asciugare i capelli da tutti i lati ponendo il phone in posizione perpendicolare alla testa senza stropicciare i capelli con le mani, altrimenti i ricci si apriranno. Lo stesso procedimento può essere utilizzato per asciugare ricci i capelli più o meno corti aiutandosi magari con qualche forcina per forzare un po’ il riccio che altrimenti sui capelli corti si aprirà più facilmente;
  • per enfatizzare l’effetto volume i capelli vanno asciugati sempre con il diffusore ma, a testa in giù, il risultato immediato sarà degno di una criniera leonina ma con il peso i ricci scenderanno gradualmente;
  • l’ultima frontiera per mettere in forma i capelli ricci dalle spalle in giù senza l’ausilio di phone o bigodini è chiamato plopping, consiste nell’avvolgere i capelli lavati, tamponati e trattati con il condizionante che si preferisce, in un telo di cotone o microfibra. Il procedimento esatto è il seguente: stendere il telo su di una superficie piatta, chinarsi a testa in giù sul telo appoggiandovi al centro i capelli, prendere i due lembi laterali del telo e arrotolarli su se stessi, facendo attenzione a non prendere anche i capelli e infine raccogliere i due lembi del telo arrotolati sulla nuca fissandoli con una molletta. Questo turbante va tenuto da 1 a 3 ore e l’asciugatura va poi terminata con il diffusore o all’aria.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360