Come fare la crema pasticcera.


Come fare la crema pasticcera



Il portale fornirà una guida molto semplice e schematica su come fare la crema pasticcera, elemento fondamentale nell’ambito della pasticceria, in quanto alla base di numerose torte, dolci e piccola pasticceria.

La crema pasticciera oltre che un ottimo dessert da sola viene utilizzata come condimento in numerosi dolci. Di seguito verranno riportate due ricette per fare la crema pasticcera: la prima è la classica ricetta a base di uova, latte e farina; la seconda è una variante della ricetta classica, in cui, al posto della farina viene utilizzata la fecola di patate o la frumina.

Ricetta numero 1 (per sei persone)

Ingredienti

  • Mezzo litro di latte
  • 250 grammi di zucchero
  • 50 grammi di farina
  • 6 tuorli d’uovo
  • Una bustina di vanillina
  • Sale (quanto basta)
Utensili necessari
  • Due casseruole di media grandezza
  • Un cucchiaio di legno
  • Una frusta
  • Una terrina
  • Un foglio di pellicola trasparente
Procedimento

Prima di tutto procurarsi una casseruola di media grandezza, e versarvi il latte; portare il latte ad ebollizione e mettere il latte caldo da parte. Intanto, in un’altra casseruola mescolare i tuorli con lo zucchero, aiutandoci con una frusta, lavorando il composto per un bel po’ di tempo finchè non diventa spumoso e omogeneo. A questo punto, incoprorare al composto ottenuto, la farina, facendo bene attenzione, però, a evitare la formazioni di grumi (questo è un passo fondamentale per ottenere una crema pasticcera omogenea e densa al punto giusto); aggiungere un pizzico di sale e mettere la casseruola sul fuoco a calore moderato. Continuando a sbattere sempre il composto con la frutta, aggiungere, poco alla volta, il latte caldo che abbiamo messo da parte poco prima.

Quando la crema si sarà addensata, toglierla immediatamente dal fuoco, versarla in una terrina e farla raffreddare. E’ bene imburrare la superficie della terrina nella quale versiamo la crema, in modo da evitare che si formi una pellicola di crema sul fondo della terrina stessa.

Ricetta numero 2 (per sei persone)

Ingredienti

  • 500 grammi di latte
  • 5 tuorli d’uovo
  • una bustina di vanillina
  • 50 grammi di fecola di patate o, in alternativa, 50 grammi di frumina
  • 100 grammi di zucchero
Procedimento

Il procedimento è praticamente lo stesso della ricetta precedente, con la differenza che bisogna aggiungere la fecola di patate o la frumina al posto della farina e tenendo conto del fatto che la fecola di patate si addensa molto più velocemente della farina.

Tempo

Per la preparazione della crema pasticcera sono necessari circa venti minuti, a cui si deve aggiungere però il tempo di raffreddamento.

Consigli e informazioni

  • Per tutte le creme, in particolar modo per la crema pasticcera, è importante utilizzare il latte fresco intero. Se si utilizza latte scremato o parzialmente scremato è consigliabile aumentare i tempi di cottura.
  • E’ possibile sostituire alla vanillina, una scorza grattuggiata di limone non trattato, a seconda che si voglia dare alla crema un gusto più dolce e raffinato o più aspro e deciso.
  • E’ assolutamente vietato bollire la crema durante la fase di cottura; in quanto ciò comporta la formazione di fastidiosi grumi.
  • E’ preferibile cuocere la crema pasticcera a bagnomaria o su un retino spargifiamma per evitare sia la formazione di grumi e per evitare che la crema si attacchi sul fondo della pentola.
  • Molto spesso, lasciando raffreddare la crema pasticcera, si crea una pellicina più dura in superficie; per evitare ciò si può mescolare di tanto in tanto la crema mentre si raffredda, o, in alternativa, applicare proprio sulla superficie della crema un foglio di pellicola trasparente.

Dolci consigli

Basta aggiungere una confezione di panna, ben montata, alla crema per ottenere la cosiddetta crema chantilly; una crema pasticcera più delicata, ottima per guarnire dolci e torte di compleanno.

Per preparare un gustoso dolce al cucchiaio si può separare la crema in due terrine e ad una aggiungerci qualche cucchiaio di cacao; ne verranno fuori due creme: una gialla e una nera, da mettere in ciotoline o bicchieri trasparenti per servire una ottima crema bigusto come dessert.

In questo caso bisogna però diminuire leggermente la quantità di farina necessaria per la crema, al fine di evitare che la crema nera sia troppo densa rispetto a quella gialla. Si può anche pensare di sostituire al cacao, un cucchiaio di caffè istantaneo solubile per rendere la crema al gusto di caffè.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360