Come pulire il marmo.


Come pulire il marmo



L'articolo fornisce semplici consigli su come bisogna agire per pulire un piano di marmo.

il marmo è una roccia composta essenzialmente da carbonato di calcio ed eventualmente, in piccole quantità, da altriprodotti chimici che ne determinano la colorazione che altrimenti sarebbe bianca.

Per sua natura il marmo è molto poroso e pertanto tende ad assorbire i liquidi. Per tale motivo generalmente le lastre di marmo subiscono un trattamento di levigatura e poi un trattamento con cera a base di siliconi che ne tura i pori.

Capita però che, col tempo, esso perda parzialmente tale trattamento e quindi diviene opaco o addirittra che assorba liquidi che lo macchiano.

Cosa fare in tali situazioni?

Niente paura basta seguire le istruzioni contenute nella restante parte dell'articolo per venirne facilmente a capo.

Se la lastra di marmo è opaca ed appannata bisogna lavarla con acqua distillata o demineralizzata (va benissimo quella che si usa nei ferri da stiro a vapore); sapone neutro del tipo di Marsiglia ed una spazzola di saggina con le setole non molto dure.

Dopo di ché la si risciacqua sempre con acqua distillata e lo si asciuga con un panno morbido. Si lascia completare l'asciugatura ancora per un giorno e poi con un morbido tampone e movimenti circolar la si impregna con cera ai siliconi. Si lascia asciugare la cera per un altro giorno e quindi con un panno di lana la si lucida.

Se dopo il lavaggio però si nota che il piano è ancora appannato o che in alcuni punti sono rimaste incrostazioni o macchie persistenti si può effettuare un ulterire trattamento con polver abrasiva. Usando sottile polvere di pomice si strofina il piano con movimenti circolari aiutandosi con un robusto canovaccio di iuta. Al termine del trattamento si procede ad un nuovo lavaggio, risciacquo e poi si procede con la cera.

Se anche col precedente trattamento permangono macchie ostinate bisogna tentare di risalire al tipo di sostanza che la ha prodotte onde poter usare uno smacchiatore adeguato.

Una buon compromesso che riesce a venire a capo di molte situazioni è l'utilizzo di una soluzione composta di un quarto di acido ossalico e tre quarti di acqua distillata. L'acido ossalico lo si trova in polvere nei negozi che vendono prodotti chimici. La soluzione approntata va poi applicata sulla macchia e lasciata agire per qualche ora. Dopo si lava e poi risciacqua il marmo con acqua distillata.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360