Cosa mangiare in gravidanza.


Cosa mangiare in gravidanza



Il portale offre a tutte le future mamme uno spazio di approfondimento per indicare cosa mangiare in gravidanza. L’alimentazione infatti è un elemento fondamentale per assicurarci una gestazione serena e al sicuro da rischi: alcuni cibi infatti vanno evitati perché considerati a rischio contaminazione; di altri, particolarmente nutrienti, è consigliato il consumo. Ecco quindi uno schema che vi aiuterà a capire la corretta alimentazione in gravidanza.

Cosa mangiare in gravidanza

Avere una corretta alimentazione è fondamentale per mantenere sano e in forma il nostro organismo. Quando poi si trova in stato di gravidanza, si tratta di avere attenzioni in più per tutelare anche il bambino ospite nel nostro corpo. Questo affinché mamma e bimbo abbiano tutti i nutrienti necessari per crescere sereni e per rafforzare le difese immunitarie (le mamme è bene che evitino l’assunzione di medicinali in stato interessante!).

Dunque oltre a seguire le regole base di una sana dieta mediterranea, vi saranno una serie di cibi da evitare accuratamente o ridurre ed altri i cui principi nutritivi sono ottimali in particolare per rafforzare l’organismo e tutelarlo da qualsiasi rischio.

Alimenti sconsigliati

Da eliminare gli alcolici, anche a bassa gradazione. L’alcool infatti può incidere su un sano sviluppo del bambino.

Ridurre le bibite gassate confezionate e quelle eccitanti (caffè con parsimonia!).

Evitare il latte non pastorizzato perché potrebbe esporvi a rischio listeria, che è annoverata tra i fattori a rischio di un aborto spontaneo. Stesso vale per i formaggi freschi (Brie, feta, ecc) che sono fatti con latte non pastorizzato: controllate sempre tra gli ingredienti!

Non mangiare carne cruda o poco cotta ed non eccedere con gli insaccati ricchi di sale: questi alimenti infatti aumentano il rischio da a toxoplasmosi, una malattia parassitaria. Alcuni salumi inoltre, possono essere contaminati da listeria per questo è meglio prediligere carne magra, sgrassata e ben cotta.

Anche alcuni tipologie di pesce dovrebbero essere evitate perché possono contenere livelli medio-alti di mercurio che può causare ritardi nello sviluppo del feto (anche celebrali). Tra questi pesci: lo sgombro, il pesce spada, il sushi, o lo squalo. Il tonno ha livelli inferiori di mercurio, ma non bisogna in ogni caso esagerare con il suo consumo.

Ancora è da evitare il pesce crudo, molluschi e frutti di mare o quello a rischio listeria (pesce affumicato).

Altro pesce a rischio è quello pescato in laghi locali che possono essere contaminati da policlorobifenili (pesce azzurro, trota, salmone, luccio...). Per questo è bene controllare sempre la provenienza del pescato e controllarne la salubrità della zona.

Per evitare la salmonella attenzione al consumo di uova crude: evitate zabaione, alcune creme (tipo quella base del tiramisù.)

Ridurre nettamente la frittura.

Alimenti consigliati

Bevete almeno 5 bicchieri di latte al giorno. Per assumere i nutrienti del latte, la stessa quantità può essere raggiunta alternando al latte alimenti a base di latte come il formaggio o lo yogurt.

Bere molta acqua.

Frutta e verdura in gran quantità! È consigliato anche bere frullati di vario tipo (ad eccezione della frutta allergizzante come le fragole!).

Assumere carne almeno 5/6 volte alla settimana, ma che sia di tipo magro e accuratamente cotta e sgrassata. Da preferire la carne di cavallo, ricca di ferro; mentre per quanto riguarda i salumi, i migliori sono la bresaola e il prosciutto cotto.

Il pesce va invece assunto circa 3 volte a settimana con un attenta selezione: preferire ad esempio il filetto di platessa o di merluzzo e cucinateli in maniera leggera.

Le uova sono un alimento da consumare per assorbire le proteine di qualità che contengono. Ma mai crude!

Legumi ad iosa: aiutano per l’assunzione di ferro. Che siano zuppe o con pasta, non devono mai mancare sulla vostra tavola.

Preferire i condimenti a crudo che cotti. Preferire l’olio al burro.

Ulteriori consigli:

Ricordate le regole base dell’igiene quando mangiate frutta e verdura: lavatela bene e asciugatela e consumatela possibilmente senza buccia.

Non ingrassare troppo è fondamentale per voi e per il bambino: i carboidrati sono sicuramente un alimento da non far mancare alla vostra dieta, ma attenzione a non esagerare e soprattutto preferire le pietanze semplici a quelle complesse.

Non saltare mai la colazione: è il pasto più importante della giornata!

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360