Cosa vedere a Venezia.


Cosa vedere a Venezia



Una guida su alcune tra le tante meraviglie che si possono vedere a Venezia in una breve visita di un fine settimana. Venezia è una città eternamente in bilico tra terra e mare tra oriente ed occidente. Ed è questo che le fornisce il suo immutabile fascino che attira ogni anno centinaia di migliaia di turisti provenienti da ogni parte del mondo. Per le sue caratteristiche la capienza alberghiera è ridotta ed i prezzi sono alquanto alti. Conviene pertanto alloggiare nell’entroterra.

Come spostarsi a Venezia: trasporti pubblici e vaporini.

In questa situazione l’ingresso diviene piazzale Roma dove vi è il terminal bus che la collegano alla terra ferma e da dove partono i famosi “vaporini” con cui ci si muove in città. I trasporti in laguna, assicurati dalla ATV sono purtroppo tutt’ altro che economici: un biglietto che dura un’ora costa ben 6,5€. Un biglietto turistico valido per la sola linea 1 che cura i collegamenti sul solo Canal Grande tra due fermate consecutive costa 2€.

Esiste una Cartavenezia (www.hellovenezia.com) che si può acquistare al Piazzale Roma (ma anche in altri posti come al Lido) che costa € 40 e con essa un biglietto della durata di 75 minuti su qualunque linea costa poco più di un euro. Per farla però è necessario: carta di identità, codice fiscale ed una foto. E possibile anche acquistare biglietti a tempo di differente taglia: da 12, 24, 36, 48 al prezzo di € 16, 18, 23, 28. Una alternativa ai vaporini ATV sono le gondole ed i moto taxi.

Le bellezze da vedere a Venezia.

Basilica di San Marco in Piazza San Marco.

Basilica di San Marco a Venezia.

Da vedere assolutamente: i suoi mosaici dorati, il pavimento di marmo del 1.100, la Pala d'oro; il Tesoro con gli ori, lacche e gioielli preziosi appartenenti in gran parte del bottino opera del saccheggio della città di Bisanzio.

L'orario delle visite nei giorni feriali va dalle 9.45 alle 16.45 mentre la domenica e i giorni festivi aperta 14/ 17 con ingresso gratuito. Per informazioni si può telefonare al numero: 041 522 52 05.

Museo di San Marco: 9.45/16.45 (ingresso: interi 4€, ridotti 2 € solo per gruppi superiori a 15 persone).

Pala d'oro: 9.45/16; giorni festivi: 14/ 16 (ingresso: interi 2 €, ridotti 1€ solo per gruppi superiori a 15 persone).

Tesoro: 9.45 /17; giorni festivi: 14/17 (ingresso: interi 3 €, ridotti 1,50 € solo per gruppi superiori a 15 persone).

Campanile: ottobre: 9/19 (ingresso: interi 8 €, ridotti 4 € solo per gruppi superiori a 15 persone); novembre /aprile (Pasqua): 9.30 – 15.45; Pasqua/ Giugno: 9/19; luglio/settembre: 9/ 21.

Ca' d'Oro.

Ca

Palazzo del 1400 affacciato sul canal Grande. Ospita un museo che raccoglie la collezione raccolta da Giorgio Franchetti e donata allo stato Italiano. Vi sono quadri di Mantegna, Tiziano, Carpaccio, porzioni di affreschi del Giorgione e vari fiamminghi.

Telefono: 041 523 87 90 (prenotazione).

Orari: lunedì 8.15/14 (ultimo ingresso 13.30); martedì/domenica 8.15/19.15 (ultimo ingresso 18.45). Giorni di chiusura sono esclusivamente Natale, il giorno del 1 maggio e Capodanno.

Prezzi: intero 6,5 €; ridotto 3,25€.

Gallerie dell'Accademia.

Gallerie dell

Il complesso monumentale in cui hanno sede le Gallerie apparteneva ad una confraternita laica della città di Venezia tra le più antiche: Scuola Grande di Santa Maria della Carità. In esso sono raccolte le tele dei maggiori pittori Veneziani e Veneti di un arco di tempo che va dal 300 al 700. Per citarne solo alcuni: Tiziano, Carpaccio, Tintoretto, Giorgione, Canaletto.

Indirizzo Dorsoduro 1050, Campo della Carità, 30130.

L'orario di apertura della galleria è il seguente lunedì 8.15/14 (ultimo ingresso ore 13.15); martedì/domenica 8.15 /19.15 (ultimo ingresso ore 18.30). Chiusura: Natale, Capodanno, 1 Maggio.

Costo biglietti: 6,50 euro intero, 3,25 ridotto.

Tel: 041 520 03 45.

Sito Web: www.galleriaaccademia.org

Ponte di Rialto.

Ponte di Rialto Venezia.

Un tempo era un mercatino del pesce. Oggi è uno dei panorami più suggestivi e più noti nel mondo della città con vista sul Canal Grande ed il ponte dei Sospiri.

Ponte dei sospiri.

Ponte dei sospiri.

E con quello di Rialto il più famoso dei molti ponti di Venezia. E costruito in pietra bianca proveniente dall’Istria e reca scolpito lo stemma del Doge che ne ordinò la costruzione: Marino Grimani. Collega il Palazzo Ducale alle Prigioni Nuove e serviva a trasportare i prigionieri al giudizio da qui il nome.

Il Casinò di Venezia.

Ha tre distinte sedi: Ca’Vendramin, Ca’Noghera ed al Lido.

Ca’Vendramin è nella laguna e vi si praticano i giochi classici.

Ca’Noghera è sulla terra ferma nei pressi dell’aeroporto della città Marco Polo per i giochi americani.

Al Lido è collocato tra l’Hotel Excelsior e il famoso Hotel des Bains.

Da vedere nei dintorni di Venezia.

Se avete qualche giorno in più sono senza dubbio da visitare Torcello, Murano e Burano, 3 isolotti posti in laguna a largo della città.

Murano.

Murano lungo il canale dei Marani è nota in tutto il mondo per la lavorazione centenaria dei vetri colorati. In realtà non è un’unica isola ma un agglomerato di 7 isolotti divisi da canali e ponti.

Burano.

Burano anch’essa un insieme di isole famosa per la produzione dei merletti e per le sue case ravvicinate e dipinte con colori vivacissimi. Per i golosi sono da non perdere i Bussolai dolci tipici e famosi.

Torcello.

Torcello invece è un’isola tranquilla e poco popolata che ha avuto un passato splendore ma con un fascino che ha colpito anche Hemingway che vi ha vissuto per un certo periodo nell’immediato dopoguerra.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360