Crema di caffé: come farla.


Crema di caffé: come farla



    Indice:

  1. Ricetta tradizionale crema di caffè
  2. Varianti alla ricetta base
  3. Ricetta crema di caffè del Bar
  4. Come servire la crema di caffè
  5. Come conservarla

La crema di caffè può essere servita fredda come dolce al cucchiaio o utilizzata per farcire dolci, a seconda dei gusti e delle esigenze. Le possibili varianti della ricetta tradizionale permettono, inoltre, di dare spazio alla creatività in cucina.

Ricetta base per preparare la crema di caffè a casa.

Gli ingredienti per 4 persone:
  • 3 tazzine di caffè;
  • 3 cucchiai colmi di zucchero;
  • ½ litro di latte;
  • una manciata di chicchi di caffè tostato;
  • 100 ml di panna fresca;
  • 2 tuorli d’uovo;
  • una bacca di vaniglia;

Preparazione:

  • Versare in una terrina i rossi d’uovo assieme allo zucchero e mescolare rapidamente fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea, assicurandosi che tutto lo zucchero si sia sciolto per bene.
  • Passare quindi a scaldare una padella bassa e larga e nel frattempo sbriciolare la manciata di chicchi di caffè servendosi di un sacchetto di plastica e di un mattarello. Si ottiene un buon risultato mettendo i chicchi di caffè all’interno di un sacchetto in plastica per alimenti che dovrà essere ben chiuso, si passa quindi a frantumare i chicchi di caffè con il mattarello.
  • Una volta calda la padella, tostare per qualche minuto i chicchi di caffè sminuzzati e toglierli dal fuoco.
  • Passare quindi a scaldare in un pentolino il latte, al quale aggiungeremo ora le tre tazzine di caffè, fino a che non raggiunga il bollore. Una volta caldo, togliere il latte dal fuoco e raschiare i semini interni della bacca di vaniglia, dopo averla tagliata in due con un coltello per il verso della lunghezza.
  • Versare i semini di vaniglia nel latte sbollentato e aggiungere anche i chicchi di caffè tostati in padella. Lasciare il tutto in infusione per circa 30 minuti e proseguire nel frattempo con le altre fasi della preparazione.
  • Aggiungere la panna fresca alle uova sbattute con lo zucchero, versando il liquido a filo e mescolando velocemente con una frusta in modo da amalgamare per bene il tutto.
  • Una volta raffreddato il latte con la vaniglia ed il caffè, passare il tutto con un colino a maglia fine, in modo da eliminare tutte le polveri che galleggeranno nel liquido. Se necessario ripetere l’operazione più volte o al limite filtrare il latte con una garza a maglie strette.
  • Versare quindi nuovamente il latte nel pentolino e portare ad ebollizione; spegnere il fuoco e aspettare qualche minuto, quindi versare a filo il latte caldo nel composto di uova e zucchero. In questa fase è importante versare il latte poco alla volta, mescolando continuamente le uova per non creare l’effetto frittata; tuttavia è necessario che il latte sia caldo perchè le uova dovranno cuocersi al punto di non essere crude al momento di servire la crema di caffè.
  • A questo punto il composto è pronto; basterà trasferirlo in frigo per almeno 3 ore e servirlo in piccole coppette, da solo o accompagnato con della panna fresca.

Varianti alla ricetta base della crema di caffè.

E’ possibile apportare una vasta serie di varianti della crema di caffè, a seconda dei propri gusti. Si potrà scegliere di seguire una ricetta che non preveda l’uso delle uova, come quella per la crema di caffè preparata al bar, o una crema che prevede l’aggiunta di aromi come liquori, nocciole o cioccolato. Vediamo le ricette con le varianti richiamate.

Crema di caffè ghiacciata.

Questa crema di caffè è adatta al periodo estivo e ricorda le granite al caffè che si possono gustare in terra siciliana. Per prepararla sarà sufficiente seguire le dosi della preparazione base, alla quale andranno tolte le uova. Si passerà quindi a far sciogliere lo zucchero nel caffè appena fatto, in modo che il calore aiuti a dissolverlo completamente. Andrà quindi unito il latte al caffè e alla panna fresca. Il tutto dovrà poi essere versato in un contenitore adatto ad andare in freezer per diverse ore. Per ottenere una crema densa ed omogenea bisognerà controllare il composto per almeno 3 volte, a distanza di un’ora l’una dall’altra e passarlo con un frullatore ad immersione, in modo da amalgamarlo e addizionando l’aria necessaria a farlo diventare una crema spumosa.

Volendo è possibile aromatizzare il latte con la vaniglia e il caffè tostato sia per questa ricetta, come nella preparazione base.

Crema di caffè alcoolica.

Una ottima crema al caffè alcolica si prepara aggiungendo due cucchiai da tavola di rum o cognac alla ricetta di base, nel momento in cui si andranno ad amalgamare il latte bollito agli altri ingredienti. Si consiglia di aggiungere il liquore dopo aver fatto raffreddare la crema in frigo per trenta minuti circa, in modo da non rovinarne la parte alcoolica. Particolarmente indicato per aromatizzare il caffè, è anche l’uso di una buona grappa secca e bianca.

Crema di caffè al cioccolato.

Per la crema di caffè aromatizzata al cioccolato si può aggiungere alla ricetta di base una dose di cioccolato o di cacao in polvere. In particolare, per quanto riguarda il cioccolato, basta ridurre a pezzetti 100 gr di cioccolato fondente e farlo sciogliere a bagnomaria o nel forno a microonde. Una volta sciolto, si aggiunge il cioccolato alla crema finita ancora calda, dopo aver versato il latte nel composto di uova. Volendo aggiungere al posto del cioccolato il cacao in polvere, basta amalgamare 100 gr di cacao amaro ai tuorli sbattuti con lo zucchero e procedere con la preparazione. L’unico accorgimento è quello di aggiungere ulteriori 4 cucchiai di zucchero per contrastare il sapore amaro del cacao.

Crema di caffè alla nocciola.

Seguendo lo stesso procedimento adottato per preparare la crema di caffè aromatizzata con il cacao amaro in polvere è possibile preparare una ottima crema di caffè alla nocciola. Prendere 125 gr di nocciole sgusciate e tritarle finemente, passandole al mixer o sbriciolandole con l’uso di un mattarello. Aggiungere quindi la polvere di nocciole all’interno dei tuorli sbattuti con lo zucchero e procedere come indicato nella preparazione della ricetta della crema base.

Crema di caffè con panna.

Per ottenere una crema particolarmente spumosa e leggera (non dal punto di vista delle calorie!) basterà aggiungere qualche cucchiaio di panna montata al composto, una volta pronto e raffreddato per almeno 10 minuti. Procuratevi quindi della panna da montare, lavoratela fino alla consistenza desiderata e aggiungetela un po’ per volta alla crema, mescolando dall’alto verso il basso delicatamente, per evitare che il composto si smonti.

Ricetta crema di caffè come al bar.

In molti bar viene spesso servita una crema fredda al caffè, ottima alternativa al normale espresso. Per preparare questa crema direttamente a casa bisogna apportare alcune modifiche alla ricetta di base.

Gli ingredienti per 4 persone:

  • 3 tazzine di caffè;
  • 4 cucchiai di zucchero;
  • 250 ml di panna da montare

Preparazione. Una volta pronto il caffè, dovrà essere zuccherato e lasciato raffreddare. Versare quindi il caffè in un contenitore abbastanza grande e adatto a montare la panna; a questo punto uniamo la panna liquida al caffè (nella ciotola all’interno della quale procederemo a montare il tutto) e montiamo per bene il tutto fino ad ottenere una mousse omogenea. Far quindi raffreddare la crema nel freezer per almeno 3 ore facendo attenzione a rimescolarla con un cucchiaio ogni 20 minuti per spezzare i cristalli di ghiaccio che si formeranno durante il raffreddamento.

Utilizzi della crema di caffè.

La crema di caffè è buona anche da sola, servita come dolce al cucchiaio alla fine di un pasto, magari accompagnata da qualche biscottino di frolla fatta in casa. Tuttavia è possibile scegliere di preparare una crema più liquida, aggiungendo latte nella quantità desiderata, in modo da ottenere una crema da bere. Allo stesso modo potremo aggiungere un quantitativo maggiore di componenti in polvere per ottenere una crema solida, adatta per farcire dolci, come torte al cioccolato o semplici pan di spagna.

Consigli e suggerimenti per la conservazione.

Per la crema base, preparata con l’uovo, si consiglia una conservazione per al massimo uno/due giorni dalla preparazione, mentre per la crema ghiacciata il periodo è più lungo. Tuttavia, conservando la crema in freezer, si rischierà di congelarla del tutto. Per riutilizzarla in questo caso è possibile passarla molto velocemente al mixer, facendo attenzione a non scaldarla troppo.

Torna all'indice


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360