Dove mangiare a Firenze.


Dove mangiare a Firenze



    Indice:

  1. Dove gustare i piatti tipici
  2. Mangiare nel centro di Firenze
  3. Ristoranti nei dintorni
  4. Enoteche a Firenze
  5. Ristoranti consigliati dalla guida Michelin

La Toscana è una delle terre più ricche d’Italia in quanto a varietà enogastronomica. La nostra guida vi consiglia su dove mangiare a Firenze e dintorni, per assaggiare sia le pietanze tipiche del capoluogo toscano sia le pietanze genuine preparate nelle osterie dei dintorni. E se siete dei tipi dal palato molto raffinato, alla fine vi proponiamo anche una selezione dei migliori ristoranti consigliati da Michelin, indicandovi per ogni locale i piatti caratteristici e i prezzi medi.

Quali sono piatti tipici fiorentini e dove mangiarli?

I piatti tipici fiorentini sono moltissimi, e uno più buono dell’altro. In questo paragrafo vi indichiamo quelli che avete l’obbligo di assaggiare se vi recate in viaggio a Firenze: al vostro ritorno ci ringrazierete! Dalla tradizionale bistecca alle selvaggina, alle zuppe quali la Ribollita o la Panzanella; il pasto va sempre chiuso con un assaggio di Cantucci!

Bistecca alla fiorentina.

La classica fetta di carne di vitellone comprensiva dell’osso, da mangiare al sangue. Quasi tutti i ristoranti fiorentini la inseriscono nei propri menu, ma se volete mangiare una fiorentina con i fiocchi noi vi consigliamo l’Osteria de’ Benci a Firenze, in zona centro, poco distante dal Lungarno delle Grazie; l’Osteria, aperta anche a pranzo, propone diverse rivisitazioni della classica bistecca fiorentina, servita con differenti contorni. Il prezzo della fiorentina è al chilo, e dai Benci un kg di bistecca costa all’incirca sui 30€.

Pappa al pomodoro.

Si tratta di una pappa composta da pane raffermo bollito insieme a pomodoro, basilico, aglio, olio e porro. Il locale che vi consigliamo per gustare la vera pappa al pomodoro fiorentina è la trattoria I ricchi, a Cercina, un paesino in provincia di Firenze, dove la troverete a circa 5€ al piatto e la potete gustare sia nelle salette interne che nelle verande all’aperto.

Ribollita.

Si tratta di una zuppa chiamata così perché in passato era costituita dagli avanzi del minestrone, “ribolliti” nei giorni seguenti, e viene preparata con olio extravergine di oliva, pane raffermo, cavolo nero e fagiolini, anche se ne esistono diverse varianti. Il ristorante che vi consigliamo per provare la tipica ribollita fiorentina è la Trattoria dei 13 gobbi, nel pieno centro di Firenze, a pochi passi dal Lungarno Amerigo Vespucci, dove spenderete circa 30€ per una cena a base di specialità tipiche toscane.

Mangiare una panzanella di qualità.

Altra pietanza, come la ribollita e la minestra di pane, a base di pane raffermo, ma diversa da queste due per gli ingredienti aggiuntivi: tipica della panzanella fiorentina è l’aggiunta del cetriolo. L’Osteria del Porcellino di Firenze, anch’essa situata nel pieno centro storico della città di Firenze, offre un’ottima panzanella come antipasto, i prezzi non sono bassissimi ma adeguati all’eccellente qualità dei piatti proposti.

Minestra di pane, mangiare bene spendendo poco.

La Minestra di pane è una specie di ribollita in cui alle solite verdure quali pomodoro e fagiolini viene aggiunto il pane raffermo, lasciato cuocere per circa 45 minuti. Se vi trovate in Toscana nel periodo autunnale potrete assaggiare la tipica minestra di pane alla fiera dedicata che si tiene ogni anno a Fucecchio, in provincia di Firenze. Se invece volete gustare la minestra di pane in un tipico locale fiorentino noi vi consigliamo la Trattoria da Burde, un locale in periferia, in zona industriale, in cui potrete gustarla a non più di 7€ a piatto.

Minestra della sciorna: zuppa simile alla minestra di pane, all’acquacotta e alla panzanella, però a base di fagioli. E’ raro trovare la minestra della sciorna inserita in un menu di un ristorante fiorentino, tuttavia potrete tranquillamente ordinarla, magari al momento della prenotazione, in una delle tante osterie, e data la semplicità e la reperibilità dei suoi ingredienti presumibilmente lo chef del locale la cucinerà per voi.

Dove mangiare l'acquacotta, piatto delle tradizione fiorentina.

L'Acquacotta è un piatto antichissimo della tradizione toscana, una zuppa di verdure, da mangiare accompagnata con crostini di pane, e da ingredienti che variano a seconda dei gusti: uova, funghi, baccalà e così via. L’acquacotta a Firenze è cosi importante da avere una trattoria che ne fa la propria specialità, e da cui prende anche il nome, appunto la Trattoria Acquacotta. Si tratta di un locale molto rustico, in zona centro- piazza Beccaria, e offre con un’eccellente cucina a prezzi contenuti.

Fettunta.

La fettunta non è altro che, come dice il nome stesso, una bruschetta di pane abbrustolito condito con olio d’oliva, aglio e pepe. La fettunta è in genere inserita tra gli antipasti di tutti i locali che cucinano specialità fiorentine; se non sapete quale scegliere, noi vi consigliamo la Trattoria Pallottino, in pieno centro storico, aperta anche a pranzo, con delle speciali offerte lunch e prezzi abbastanza contenuti.

Cinghiale.

Il cinghiale è uno dei tanti protagonisti della cucina fiorentina, insieme alla selvaggina in generale. Un ottimo locale in cui potrete gustare il tipico cinghiale in umido fiorentino è I Matti, in pieno centro di Firenze, a due passi dal Duomo, dove lo troverete a poco più di 10€ al piatto.

Lepre.

La lepre è sempre presente in un menu tipico fiorentino, sia come condimento per la pasta che come secondo di carne; la pasta che meglio si sposa con il sugo di lepre sono le pappardelle. Delle ottime pappardelle al sugo di lepre le potete gustare al Ristorante Cosimo de’ Medici, a Barberino del Mugello, un paesino in provincia di Firenze; il costo non è propriamente basso ma il piatto ne vale la pena.

Baccalà.

Il baccalà è il tipico pesce fiorentino, ma in genere i fiorentini amano molto cucinare qualunque varietà di pesce. Uno dei ristoranti che al pesce dedica diversi menu appositi è I quattro amici, a Firenze in zona centro storico- piazza San Lorenzo, che propone diversi piatti con tanti primi e secondi dagli abbinamenti insoliti; i prezzi sono leggermente più alti della media dei ristoranti fiorentini, vista l’alta cucina e il prestigio del locale.

Schiacciata con uva.

La schiacciata tipica fiorentina viene realizzata con la pasta del pane mista a chicchi d’uva, che ne costituiscono il “ripieno” o la copertura. Un’ottima schiacciata con uva fiorentina la potete gustare al Ristorante Sabatino di Firenze, in zona San Freudiano, che è aperto anche a pranzo e in cui potrete pranzare o cenare con un costo medio di 20€ a testa.

Cantucci, dolci tipici di Firenze.

I cantucci sono tipici biscotti alle mandorle, toscani più che fiorentini, ma largamente prodotti e consumati anche a Firenze. In città, precisamente in zona San Lorenzo, uno dei migliori locali in cui gustare i veri cantucci è la pasticceria artigianale Il Cantuccio di San Lorenzo, che produce cantucci alle mandorle, al cioccolato e cantuccini.

Dove mangiare a Firenze centro.

Se siete in giro per Firenze e volete fermarvi in un posto vicinissimo al centro, sappiate che non troverete dei locali propriamente economici, in quanto già il fatto di trovarsi così immersi nella magica atmosfera fiorentina ha il suo prezzo.Tuttavia se volete risparmiare potrete approfittarne per gustare una specialità tipica fiorentina, fermandovi in uno dei tanti banchetti sparsi negli angoli delle piazze o delle strade, per gustare i lampredotti: si tratta di panini riempiti con la classica ribollita fiorentina, venduta a circa 2,50€ e molto apprezzata sia dai residenti che dai turisti.

Se invece siete disposti a spendere un po’ di più, il centro città offre tanti ristorantini molto carini che propongono dei menu turistici o comunque dei piatti a prezzi non troppo proibitivi; uno di questi è I’Toscano. Già il nome di questo locale lascia intendere il tipo di cucina che troverete al suo interno: si tratta infatti delle migliori specialità toscane talvolta rielaborate in chiave moderna; tipicamente toscana è anche l’atmosfera che si respira all’interno del locale, grazie alla giovialità dei proprietari e dei camerieri che faranno di tutto per rendere la vostra serata indimenticabile. Il rapporto qualità- prezzo è ottimo, tenendo conto della genuinità delle materie prime e della posizione centralissima del locale.

Altro locale sempre in zona centro ma più raffinato è il Ristorante da Delfina, in cui però i prezzi sono un po’ più alti, circa 60 euro per un menu completo di antipasti, primi, secondi e dolce.

Dove mangiare nei dintorni di Firenze.

Se invece volete allontanarvi dal caos della città per gustare una cena più tranquilla nei dintorni, il locale che fa al caso vostro è I’Giuggiolo, un’osteria- pizzeria vicino Fiesole. Il menu è à la carte, e non mancano le specialità del giorno che vi saranno comunicate dai camerieri. Inoltre I’Giuggiolo è anche il posto perfetto per gustare la tipica pizza fiorentina, alla modica cifra di 7-9€; sempre su questa cifra si aggira anche il prezzo degli altri piatti, e ciò vi permetterà di gustare un’ottima cena a un prezzo davvero contenuto.

Un locale dai prezzi medi (circa 50€a persona per una cena completa) è invece il Ristorante Secolo DecimoQuinto, a Barberino Val d’Elsa, in cui potrete gustare sia ottime pizze sia specialità tipiche toscane.

Infine se cercate un locale più chic sempre in provincia di Firenze, magari per una ricorrenza particolare, potrete recarvi al Ristorante La tenda rossa a Cerbaia in Val di Pesa, in cui potrete gustare tanti piatti che variano ogni giorno inseriti in diverse tipologie di menu per accontentare proprio tutti i gusti. Il prezzo? dai 40€ ai 130€ a persona per una cena completa.

Enoteche a Firenze.

Le campagne toscane, si sa, producono i vini più gustosi e pregiati dell’intera Italia. A Firenze esistono diverse enoteche o comunque piccoli locali, rustici, che ricordano un po’ le vecchie osterie, e di esse ricalcano il nome, che propongono una vasta scelta di vini, e spesso offrono anche la possibilità di assaggiare le pietanze tipiche della città. Una di queste è la Fiaschetteria delle Cure, situata appunto nel capoluogo toscano, precisamente nell’omonima zona delle Cure, il quartiere residenziale di Firenze; qui cui si ha la possibilità di mangiare, bere, e anche portare il proprio contenitore per riempirlo con il vino sfuso da portare a casa, tutto al modico prezzo di qualche decina di euro.

Ristoranti fiorentini consigliati Michelin.

Se quello che cercate è una cena raffinata in un posto all’altezza delle vostre aspettative, sicuramente dovrete recarvi nel locale forse più chic dell’intera Firenze, in pieno centro storico: dai Frescobaldi. Il locale è gestito da una famiglia di produttori di vino che hanno deciso di provare anche l’arte della ristorazione, riuscendo a creare un locale molto elegante e una cucina gustosa e gradita dalle moltissime persone che lo frequentano. I prezzi non sono bassi, ma ci si aggira su una media di 40€ a persona per una cena.

Altro locale molto chic e molto costoso a Firenze e l’Enoteca Pinchiorri, in zona centro storico- Santa Croce, in cui si possono sperimentare si i piatti tipici fiorentini che i piatti nazionali, resi particolari dal tocco dello chef che vi farà gustare dei sapori insoliti e inediti. Il tutto ovviamente accompagnato da un buon vino toscano. I prezzi tuttavia sono alquanto proibitivi: circa 200€ per una cena comprendente primo, secondo e dolce, con una media di 70€ a piatto.

Entrambi i ristoranti citati sono consigliati dalle guida Michelin.

Torna all'indice


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360