Kuala Lumpur cosa vedere.


Kuala Lumpur cosa vedere



Il portale vi offre una guida turistica per accompagnarvi in un viaggio alla scoperta di tutto ciò che c'è da vedere a Kuala Lumpur, la capitale della Malesia nota per la particolare atmosfera e bellezza, indicandovi cosa vedere e visitare per questa meta sicuramente fuori dall’ordinario. E come degli avventurieri alla scoperta di una nuova terra e cultura, avete bisogno di qualche indicazione per non perdervi le tappe principali di questa città.

Kuala Lumpur

Kuala Lumpur è la capitale della Malesia, fondata nel 1857 al punto di convergenza dei due fiumi Gombak e Kelang che le sono valsi il suo nome il quale, nella lingua locale significa “Confluenza fangosa”.

Situata nel sud-est asiatico, è caratterizzata da un clima tropicale: bollente, ma umido. Sicuramente una netta differenza con il clima mediterraneo, quindi attrezzatevi con l’abbigliamento più adatto in valigia!

È una città che unisce enormi simboli di modernità alla tipica cultura asiatica, che diviene via via più evidente quanto più ci si addentra nelle zone interne.

Cosa vedere a Kuala Lumpur in 3 giorni

Petronas Twin Towers. In Malesia troverete le torri gemelle più alte del mondo con i loro 452 metri di altezza. Inutile dire che oltre allo sfarzo, alla modernità, al gigantismo dell’architettura moderna, questi grattacieli siano soprattutto una grande attrazione per lo spettacolare panorama che si gode dall’ultimo e ottantottesimo piano della costruzione. Immancabile una tappa in questo luogo dove, oltre a scattare fotografie su fotografie, potrete godervi il Centro commerciale della città denominato KLCC (Kuala Lampur Cityu Centre) perché localizzato proprio al centro della città e per questo ricco di intrattenimenti, dallo shopping ai parchi.

Come arrivare. La sua posizione centrale lo rende un luogo facilmente raggiungibile con i mezzi di trasporto pubblici della cittadina.

Batu Caves. Con questa tappa cominciamo a toccare con mano la cultura asiatica e la cultura tradizionale con cui si fonde l’ultramoderna megalopoli di Kuala Lampur: si tratta del più importante tempio indù malesiano ricavato nella roccia di una montagna. Colpisce la sacralità del luogo, l’atmosfera, il coinvolgimento religioso che riesce a coinvolgere tutti, anche chi non appartiene a questo credo. I riti che si susseguono e i pellegrinaggi cominciano a inglobare anche i turisti. Le statue dorate, tra cui quella di Buddha, impreziosiscono il luogo che diventa gradualmente (ci sono da salire ben 272 scalini) all’aperto, portando all’incontro con scimmie e alla contemplazione di tranquille distese d’acqua.

Come arrivare. È una tappa leggermente fuori mano, distando circa 15 km dal centro. È consigliabile per i turisti trattare per l’affitto di un taxi per circa 3 ore. Il costo è tra i 15 e i 20 euro.

Masjid Negara. È la Moschea nazionale della Malesia. Una tappa da non mancare nel vostro viaggio per riuscire a toccare con mano la cultura della città. È qui che la tradizione della Malesia si unisce con l’architettura futuristica in una costruzione religiosa ultra moderna e notoria per un altissimo minareto, una originalissima cupola ad ombrello ed una stilizzata fontana che ne contraddistingue l’esterno.

Per avere l’accesso è richiesto l’utilizzo di particolari tuniche, dal colore violaceo.

Sultan Abdul Samad Building. Una caratteristica costruzione di Kuala Lumpur che si distingue dalle altre per lo stile moresco, gli archi e i dettagli e cupole in rame. È stata costruita in onore del sultano ed è un riferimento per la città, il luogo tra l’altro dove i malesiani della capitale si riuniscono per festeggiare l’anno nuovo.

Come arrivare. È nel centro di Kuala Lumpur e si può raggiungere facilmente con una passeggiata di 10 minuti dalla stazione.

Cosa vedere a Kuala Lumpur in 5 giorni

Menara Tower. Altra costruzione famosa per la sua altezza (421 m), ancora un baluardo di modernità. È consigliabile una sua visita al tramonto, dove lo spettacolo della città dall’alto sarà particolarmente affascinante. Il biglietto per salire sulla Menara Tower comprende inoltre una serie di intrattenimenti di cui la costruzione è dotata: a partire dallo zoo di rettili fino ad arrivare al simulatore di Formula 1 o alla cavalcata sul pony. E perché non rimanere lì per una gustosissima cena sul ristorante girevole con cui si conclude la torre?

Come arrivare. È collegata soprattutto grazie al servizio di monorotaia ad alta velocità che attraversa la città.

Tickets. Il biglietto di ingresso cumulativo di tutte le attività è di circa 38 MR.

Chinatown. Uno dei luoghi, assieme a Little India, in cui immergersi nella colorata cultura del luogo, passeggiando per le strette vie e nei mercati del luogo. È al zona forse anche più economica della città. È chiusa al traffico il pomeriggio ed è il luogo ideale per lo shopping dei turisti. È sicuramente una zona molto viva e attiva

Come arrivare. Posizione centrale, abbastanza vicina alle Petronas Twin Towers, è raggiungibile sia a piedi che con in mezzi di trasporto della città (scendere alla fermata Pasar Seni).

Giardino delle Orchidee . Un particolarissimo giardino che ospita oltre 800 specie di orchidee diverse. Oltre alla originalità e all’interesse botanico per il luogo, è davvero un luogo ameno e piacevole per una passeggiata rilassante e per sfuggire al caos e il traffico che caratterizzano il centro della megalopoli Kuala Lumpur. Da menzionare le bellissime fontane del giardino.

Kuala Lumpur Bird Sanctuary . Uno zoo particolarissimo che ospita tantissime specie di uccelli con coi è possibile entrare in contatto diretto! Il parco è molto bello e tutti gli uccelli hanno la possibilità dei volare liberi. In un anfiteatro inoltre e possibile assistere ad intervalli regolari a spettacoli con pappagallini ed altre specie.

Come arrivare. È a circa 10 minuti dalla stazione, raggiungibile con i mezzi pubblici o a piedi, in base alle vostre preferenze.

Tickets. Il biglietto di ingresso costa circa 10 euro (45 MR) ed è valido per tutta la giornata.

Cosa altro vedere

Qualsiasi mezzo vogliate utilizzare per visitare la città, non perdete l’occasione per fare almeno un giro sulla Monorail, la monorotaia ad alta velocità di recente costruzione che collega con le sue 11 fermate i quartieri e gli snodi principali di Kuala Lumpur. Non fatevi scappare questa esperienza in particolare la sera, quando l’atmosfere diverranno ancora più belle.

Se avete tempo, immergetevi inoltre nella visita dei vari tempi indù che caratterizzano la città: strutture dalla bellezza difficilmente descrivibile, e dedicate una visita all’Islamic Art Museum.

La cucina del luogo

Anche il palato non rimarrà deluso da questo viaggio, trovando nella cucina locale un’mapia varietà di prodotti per tutti i gusti e per tutti i prezzi (abbiamo già consigliato una cena sul ristorante girevole del Menara Tower?).

Si tratta di una cucina multiculturale, che spiazza da piatti diversissimi tra di loro connessa anche alla convivenza di differenti fedi religiose: ci troverete pietanze indiane, cinesi, indigene e così via. Si utilizzano in modo particolare le spezie come tra cui il peperoncino e il cardamono.

Divertimenti serali

Per divertirsi la sera è consigliato il centor di Kuala Lumpur e in particolare nel quartiere di Bangsar o nel Golden Triangle, dove vi è un’altissima concentrazione di locali, ristoranti e simili.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360