Linguaggio dei fiori.


Linguaggio dei fiori



Un fiore può dire grazie o mi sei mancata o ti voglio bene, lo stesso fiore ma di colori diversi può avere più di un significato, il linguaggio dei fiori non è noto a molti e questa guida si propone di diffonderlo per evitare figuracce e scegliere i fiori più adatti per ogni occasione.

Florigrafia.

Con questo termine ci si riferisce al linguaggio dei fiori, uno strumento di comunicazione molto diffuso nell’Ottocento, quando ci si serviva spesso dei fiori per comunicare sentimenti ed emozioni. In poesia e letteratura così come negli scambi epistolari, l’immagine dei fiori,carichi di simbolismo, veniva spesso utilizzata in senso metaforico e solo in pochi erano in grado di coglierne il messaggio. Tutti sanno soltanto che la rosa rossa è simbolo di passione amorosa, per il resto il mondo dei fiori e i messaggi che essi portano, sono sconosciuti ai più, questa guida viene in aiuto a chi vuole approfondire l’argomento, proponendo i fiori più appropriati da regolare in precise circostanze.

La rosa gialla da regalare agli amici.

Per omaggiare gli amici di uno stelo fiorito la scelta dovrà essere tra: il glicine, un fiore e un colore, un grappolo di petali lilla che simboleggia amicizia sincera grazie all’uso che in passato ne facevano gli imperatori giapponesi quando si recavano in paesi stranieri e offrivano bonsai di glicine fiorito per dimostrare che avevano buone intenzioni; una rosa se gialla vuol dire amicizia, se rosa tenue esprime ammirazione; i ranuncoli, tanti fitti petali per augurare ricchezza e i fiori per dire grazie sono la rosa di colore rosa scuro oppure le campanule, dalla inconfondibile forma a campanella.

Un bouquet da amare.

I fiori sono grandi alleati nelle storie d’amore, basta saperli usare: il biancospino, un fiore delicato per sperare di far colpo, un crisantemo giallo se l’amore sta nascendo oppure rosso se è già scoppiato, la dalia per corteggiare una donna elegante o il geranio per un uomo gentile. Per rapporti consolidati si può scegliere un nontiscordardime per dare e chiedere amore vero, una viola blu per giurare fedeltà o un girasole per promettere devozione, un tulipano rosso o giallo per gridare il proprio amore o un orchidea che simboleggia la dedizione. La rosa rossa è il fiore simbolo dell’amore ma quando è bordeaux è anche elogio alla bellezza, se arancione vuol esprimere desiderio e se di colore viola è stato amore al primo sguardo. Per le situazioni più estreme, un fiore d’acacia per un amore da tenere nascosto o d’amamelide per un innamoramento magico, un rametto di mimosa per un amore pudico e il fiore del cactus per un amore appassionato.

I fiori per chi aspetta dal ciclamino alla margherita.

Per chi non si arrende al primo tentativo e sfodera l’arma segreta (e fiorita): ciclamino per un amore che non vuole nulla in cambio, la margherita per mostrarsi paziente, l’anemone per chi si sente abbandonato, e l’ortensia per chi è trattato con troppa freddezza, l’edera per chi vuol farti sapere che non può starti lontano, la calendula per chi non ce la fa più ad aspettare tristemente, ginestra e rosa bianca per attendere in umiltà, la magnolia per sperare con dignità e il bucaneve perché la speranza è l’ultima a morire.

Per chi vuole rispondere con un fiore il garofano ma non solo.

Un animo gentile può scegliere d’affidare ai fiori il ruolo d’un messaggero: un garofano rigato per dire no grazie e uno bianco per chi ci ha fatto troppo arrabbiare, un narciso per rifiutare un amore con gentilezza e un fiore di sambuco per esprimere compassione, menta e lavanda per esprimere sospetto e fiori di lillà per un corteggiatore fastidioso. Fiori d’arancio per rifiutare un incontro passionale o di ciliegio per un ringraziamento cortese, una stella di Betlehem per riconciliarsi e una rosa nera per dire addio.

I fiori adatti alle congratulazioni!

Un mazzo di fiori è il regalo perfetto per tutte le occasioni, sempre apprezzato e mai fuori luogo: una corona d’alloro con amarillide e camelie per un eccellente discussione di laurea, primula odorosa ad un concorso di bellezza, malvarosa prima di un colloquio di lavoro o un giglio scarlatto per premiare una buona azione, azalea e maggiociondolo per la gioia data dalla nascita d’ un figlio e calle dopo aver affrontato e superato un ostacolo, rose rosse e gialle per ogni lieto evento e spighe di grano per l’inizio di una nuova attività.

Lo dicono i fiori.

Alcune specie hanno assunto significati specifici per via delle loro peculiarità nell’uso o nella forma, come ad esempio l’ anthurium la cui forma ricorda un cuore ed è per questo simbolo d’affetto sia in amore che in amicizia oppure il fior di loto che cresce incontaminato in acque fangose ed è per questo simbolo di purezza e straordinaria bellezza. Altri fiori hanno assunto particolari significati dopo singolari episodi, è il caso delle piante di magnolia che venivano inizialmente coltivate in serra perché si pensava fossero molto delicate, un giorno qualcuno asserì di poter coltivare una magnolia all’aperto e così fece, quella pianta crebbe maestosa e visse per oltre cento anni, da allora i fiori di magnolia indicano dignità e perseveranza. Il fiore d’ibisco utilizzato tra i capelli dalle giovani donne di Tahiti è diventato per questo simbolo d’una bellezza transitoria, il mirto è una pianta mediterranea che in antichità era molto cara a Venere, dea dell’amore, oggi è diventata il simbolo dell’amore, il mughetto sboccia a maggio annunciando la fine dell’inverno e il ritorno di una felice serenità, il papavero anticamente era il simbolo del sonno, Morfeo veniva spesso rappresentato con un fascio di papaveri tra le braccia, oggi il fiore simboleggia il sonno dell’anima e del cuore.

Un simpatico omaggio.

Che si tratti d’un amico o d’un corteggiatore, che sia un uomo a regalarli oppure una donna, i fiori sono portatori anche di significati meno nobili, a volte giocherelloni e del tutto informali,un mazzolino di fiori di campo colorati e spontanei, è un regalo romantico ma anche disimpegnato, da un figlio per la sua mamma o da un giovanotto per un’amica. Se ricevete un bouquet di felce e rose blu dovreste aspettarvi una sorpresa o aprirvi un po’ di più perché simboleggiano il mistero, regalate il fiordaliso e la gardenia per un simpatico amico e dei lilium ad una bambina per omaggiarne l’innocenza, affidate all’ iris il compito d’un messaggero magari accompagnato da un invito a cena dove il messaggio verrà comunicato.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360