Prendere il sole.


Prendere il sole



Prendere il sole è certamente piacevole e rilassante; inseguire un’abbronzatura perfetta è un desiderio condiviso da uomini e donne. Eppure i raggi ultravioletti nascondono numerose insidie, a partire dalle macchie che lasciano sulla pelle all'invecchiamento cutaneo, alla possibilità di poter procurare melanomi.

E' bene, perciò, imparare a difendersi rispettando alcune semplici regole:

  • Partite con un peeling di tutto il corpo per eliminare le cellule morte e conseguire un’abbronzatura omogenea. Potete farlo dall’estetista o utilizzando a casa uno dei tanti scrub in commercio.
  • Utilizzare sempre, al mare come in montagna, un protettivo solare. Ce ne sono per il viso (in genere creme o gel) o per il corpo (si può scegliere anche un olio). Si comincia con un fattore alto (in genere 30) e pian piano si diminuisce. La scelta del grado di protezione, naturalmente, deve essere tarata sul proprio tipo di pelle: più basso per le more, più alto per le bionde. E l’esposizione al sole deve avvenire sempre in maniera graduale.
  • Attenzione alle creme degli anni precedenti, vanno usate con cautela: hanno parzialmente perso il fattore protettivo.
  • Non basta spalmare la crema una sola volta: le applicazioni vanno ripetute frequentemente, specialmente se ci si tuffa in mare o se si fa la doccia.
  • Meglio prendere il sole in movimento o cambiare posizione in continuazione per evitare l’effetto bistecca: troppo cotta da un lato e cruda dall’altro.
  • Evitare il solleone: dalle 12 alle 14 rifugiarsi sotto l’ombrellone.
  • L’alimentazione: la pelle va idratata e aiutata con le vitamine: perciò mangiate molta frutta e bevete frequentemente.
  • Dopo il bagno di sole e la doccia idratate abbondantemente la pelle con creme fluide.
  • Esistono creme specifiche per prolungare l’abbronzatura: usatele.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360