Shampoo fatto in casa.


Shampoo fatto in casa

È possibile produrre uno shampoo fatto in casa, con ingredienti naturali, davvero efficace? Negli ultimi tempi si stanno diffondendo sempre più l’interesse e la curiosità nei confronti della cosmesi naturale, che prevede l’utilizzo di creme, shampoo, balsami e altro realizzati senza ricorrere a prodotti chimici. Scopriamo qualcosa in più su come produrre uno shampoo ad hoc per i nostri capelli, comodamente a casa, con materie prime totalmente naturali.

Parola d’ordine: ecologia

Ci stiamo rendendo sempre più conto che lo stato di salute del nostro pianeta è minacciato da modalità sbagliate di produzione e consumo di beni e servizi. Da questa presa di coscienza si è passati alla ricerca di soluzioni alle esigenze quotidiane ad impatto zero, e la “moda” si sta diffondendo rapidamente. Sono sempre di più i campi dove la voce dell’ecologia risuona forte, ed ultimamente sta toccando anche il campo della bellezza, che si evolve nella cosmesi naturale. Un nuovo modo di produrre, artigianalmente, ritrovati e prodotti di bellezza utilizzando solo materia prime naturali e non inquinanti. Avete mai pensato di produrre da soli in casa il vostro shampoo?

Gli ingredienti

Alcuni degli ingredienti che possiamo ritrovare nelle ricette degli shampoo naturali erano già utilizzati dalle nostre nonne come prodotti di bellezza. La capacità dell’aceto di rendere i capelli lucidi, ad esempio, è nota da secoli, così come sono conosciute anche le proprietà sgrassanti dell’uovo. A questi si possono abbinare nuovi ingredienti, come la farina di ceci, lo yogurt naturale, il miele, bicarbonato e fiori essiccati.

Le ricette

Proprio come per preparare torte e manicaretti, per la preparazione di uno shampoo fatto in casa abbiamo bisogno di certi ingredienti e di vere e proprie ricette. Partiamo dalla più semplice, che può rivelarsi anche un’ottima base per poi aggiungere modifiche in base alla nostra specifica tipologia di capelli.

Uniamo una mezza tazzina di farina di ceci con abbastanza acqua, da creare una sorta di pastella senza grumi. Questa pastella può essere utilizzata per pulire i capelli e anche il corpo, basta strofinare e sciacquare. A questa semplicissima ed economicissima base (un kilo di farina di ceci costa circa 4 euro, e potete farci shampoo per mesi) è possibile aggiungere olii essenziali, per dare un profumo di nostro gradimento, che hanno anche proprietà ricostituenti o antiforfora che possono aiutare il capello.

Per i capelli grassi

Se si hanno i capelli grassi, o la cute con la tendenza ad ingrassare, è possibile aggiungere alla mistura di acqua e farina di ceci un cucchiaio di argilla verde. Non esagerate, altrimenti rischiate che i capelli risultino troppo secchi. Sempre indicato per i capelli secchi è l’utilizzo di un cucchiaio di bicarbonato sciolto in una tazza d’acqua. Al momento del risciacquo, versare in testa un’altra tazza d’acqua con due cucchiai di aceto, meglio se di mele.

Ricetta bilanciata

Per fare in modo che i capelli risultino sgrassati, che la cute non mantenga uno strato di sebo e che però allo stesso tempo le punte non risultino secche e sfibrate, è possibile unire oltre al cucchiaio di argilla verde anche tre cucchiai di gel di semi di lino. In questo modo otterrete uno shampoo bilanciato.

Un’altra ricetta molto bilanciata si può realizzare con un cucchiaino di miele, un uovo intero, un tuorlo, e del succo di limone. Bisogna massaggiare i capelli e lasciarlo agire per circa 5 minuti, e poi risciacquare. Il limone ha un’azione sgrassante, mentre l’uovo è fondamentale nella rimozione dello sporco. Unico neo nella ricetta è l’odore, che può non piacere. In tal caso è possibile aggiungere qualche goccia di olio essenziale a vostro piacere per ottenere una profumazione più gradevole.

Per rendere i capelli lucenti

Particolarmente adatto a capelli né grassi né secchi, molto lunghi, nei quali bisogna esaltare la lucentezza, è questa ricetta. Abbiamo bisogno di due tuorli d’uovo, il succo di mezzo limone, e qualche goccia di rum o grappa pura. Impastate il tutto e utilizzatelo per massaggiare i capelli. Lasciate agire per almeno 15 minuti e poi sciacquate attentamente.

Un’alternativa

Un’altra possibilità è quella di unire insieme shampoo bio con i preparati illustrati prima. Anche in questo caso sarete sicuri di stare usando un prodotto sano, eliminando magari il problema degli odori particolari di alcuni ingredienti, smorzati dallo shampoo. Agli shampoo bio è possibile anche aggiungere essenze di fiori o fiori essiccati, mescolati in acqua e opportunamente filtrati.

Gli olii essenziali

Come già accennato, possiamo usare alcuni olii essenziali per dare al nostro shampoo una profumazione di nostro gradimento. È consigliabile utilizzare quegli olii che hanno a loro volta proprietà benefiche sui capelli. Sono consigliati il timo e il rosmarino per combattere la forfora e la caduta dei capelli, la lavanda per la cute sensibile, il limone e il lemon grass per la cute grassa e la lavanda per le pelli più sensibili.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360