Detersivo per lavatrice: ricetta fai da te e consigli per risparmiare e scegliere bene

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Guida sul detersivo per lavatrice, dal detersivo liquido a quello in polvere, dal detersivo in tavolette al detersivo 2 in 1, dal detersivo per i capi delicati a quello che non altera i colori, alle dosi da rispettare.

Tipologie: come scegliere il detersivo migliore.

Il detersivo per la lavatrice può essere liquido, in polvere ed a tavolette. E’ un prodotto che viaggia quasi sempre unitamente all’ammorbidente, nel senso che solitamente per ogni lavaggio viene utilizzata una dose di detersivo liquido o in polvere e una dose di ammorbidente, un particolare tipo di detersivo liquido, cui è affidata la funzione di conferire morbidezza ai capi lavati, anche se come per le tavolette della lavastoviglie, cosiddette 3 in 1 (detersivo, sale e brillantante), anche per la lavatrice vengono commercializzati i detersivi 2 in 1, sia liquido che a tavolette, che contengono già la giusta quantità di ammorbidente. Esistono diverse tipologie di detersivo per lavatrice, come quello per i capi delicati, quali lana, sete, lino, ecc, quello che consente di lavare promiscuamente capi bianchi e colorati, quello che non altera i colori, quello che aggredisce particolarmente le macchie, dal detersivo anallergico a quello sbiancante, al detersivo con caratteristiche disinfettanti, ecc, detersivi che in genere agiscono bene anche alle basse temperature. Oltre che per caratteristiche funzionali, i detersivi e gli ammorbidenti per lavatrice si distinguono per il profumo che presentano e che trasmettano ai capi, profumo che i capi conservano nel tempo, ma non sempre graditi. Si spazia dai detersivo assolutamente inodore all’ammorbidendo coccolino alla mandorla, al Dixsn cenere attiva, dagli intramontabili detersivi al profumo di marsiglia all’ammorbidente alla vainiglia, dal Dixan alla lavanda ai detersivi ai profumi floreali. Si tratta di additivi che niente aggiungono all’efficacia dei detersivi, al sano pulito. Non esiste, pertanto, il miglior detersivo per lavatrice, ma il detersivo che meglio risponde alle esigenze dei capi da lavare. Per scegliere il detersivo più efficace, anche se oneroso, bisognerebbe diversificarli in funzione del tipo di tessuto e del tipo di sporco. Tra le marche più note di detersivo per la lavatrice, ricordiamo il Dixan, l’Ariel, il Dash, Ave, Sole, Ariel, Svelto, Marsiglia, Ace, ecc.

Detersivi liquidi o detersivi in polvere?

Anche se l’uso dei detersivi liquidi evita la formazione di incrostazioni nella vaschetta e lungo il condotto che porta al cestello, l’uso del detersivo in polvere è consigliato per lavaggi a temperature prossime o superiori a 40 gradi, quindi per capi bianchi e resistenti, tipo lenzuole, camicie, ecc, mentre per capi delicati e colorati, tipo maglioni, capi in sete, da lavare a temperature più basse, è consigliabile il detersivo liquido, optando possibilmente per il detersivo alla spina, per ridurre la produzione di rifiuti da imballaggio. Tra i vari tentativi per contenere il fenomeno dei rifiuti, si sta cercando da più parti di intervenire a monte, ossia di ridurre i rifiuti da imballaggio. Il detersivo alla spina, con il riutilizzo dei contenitori, va in questa direzione, oltre ad essere biodegradabile.

Dosi da rispettare

Premesso che su tutte le confezioni di detersivo vengono indicate le giuste dosi, in funzione della quantità di panni da lavare e delle caratteristiche dell’acqua, si raccomanda di non superarle perché in genere sono ritenute abbondanti. E’ stato rilevato che mezza dose di quella consigliata assicura un risultato prossimo a quello dell’intera dose. Non bisogna perdere di vista che il detersivo tradizionale rispetto a quello biologico è molto più inquinante, meno costoso ma anche meno efficace. A parità di costo o quasi, si potrebbe conseguire lo stesso risultato optando per una dose ridotta di detersivo biologico. Alcune confezioni di detersivo per lavatrice hanno in dotazione una pallina dosatrice, che riempita di detersivo va riposta direttamente nel cestello, la qualcosa consente di lavare a temperature più basse e con dosi di detersivo più contenute, con un risparmio di energia e detersivo che può arrivare al 10-15%.

Detersivo per lavatrice fai da te: ricetta ed iter per un detergente fatto in casa.

Con la tecnica del fai da te è possibile realizzare in casa un detersivo ecologico e biodegradabile. Esistono diverse ricette, più o meno simili tra loro, variano in quale componente; ecco la nostra: -

Vediamo come procedere:

Fermo restando l’acqua, il sapone ed il bicarbonato c’è chi aggiunge solo l’aceto o solo il sale, anche se non manca chi si limita a tre componenti base o aggiunge qualche cucchiaino di soda per bucato. In quest’ultima ipotesi, l’aceto, in ragione di qualche cucchiaio, si può aggiungere a mo di ammorbidente, in occasione di ogni lavaggio. Il detersivo fatto in casa, presenta il vantaggio di essere naturale e biodegradabile, abbastanza economico ed in grado di assicurare un risultato molto vicino a quello dei detersivi comprati pronto per l’uso. Per le dosi si può far riferimento ai comuni detersivi liquidi per lavatrici che si trovano in commercio.

Concentrati e monodose: quali sono i migliori?

In linea con le aspettative dei consumatori che giorno per giorno vedono diminuire il proprio potere d’acquisto, la aziende del settore, nonostante le difficoltà conseguenza dell’attuale crisi economica, non hanno mancato di sorprendere con innovazioni che hanno consentito di introdurre sul mercato detersivi super concentrati, anche in versione monodose, in grado di assicurare gli stessi risultati dei comuni detersivi a temperature più basse, circostanza che si traduce per i consumatori in un risparmio di energia, senza considerare i vantaggi per l’ambiente, per i minori imballaggi e per la minore quantità di detersivo che viene disperso.

Quanto costa e dove acquistare il prodotto giusto per risparmiare.

Il ventaglio dei prezzi del detersivo per lavatrici è molto ampio, in funzione delle caratteristiche, ma soprattutto della marca. Si passa da 1,35 euro circa, per una confezione di detersivo liquido per lavatrice da 1 litro della Xonda, ai 5,50 euro circa per una confezione di General Liquido Fresco Mughetto, detersivo liquido per lavatrice che assicura 28 lavaggi, ai 7,50 euro circa per una confezione di Dixan liquido sempre per 28 lavaggi. Oltre che presso i negozi specifici per detersivi e casalinghi, il detersivo per lavatrice è acquistabile presso supermercati, centri commerciali, online su portali specializzati, dove si può usufruire di una scelta più ampia, sia per tipologia di prodotti che per fasce di prezzi.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.