Alimentazione coniglio nano.


Alimentazione coniglio nano



Una guida su come alimentare correttamente un coniglio nano, i cibi consigliati e quelli proibiti. Questi piccoli animali da compagnia hanno infatti bisogno di un’alimentazione particolare per riuscire a crescere in maniera sana che va oltre il luogo comune di carota e pane secco o il semplice cibo confezionato consigliato dal rivenditore.

In primo luogo bisogna ricordare che i conigli sono animali erbivori e dunque la loro alimentazione deve essere ricca di vegetali e fibre che assicurano una adeguata motilità intestinale, favoriscono lo sviluppo di una flora batterica capace di tener lontano il nostro piccolo amico da infezioni e simili e combattono l’obesità.

Ecco quindi la dieta ideale da seguire.

Erba

È l’alimento base del coniglio in natura quindi non può mai mancare nella sua dieta. Deve assolutamente essere un cibo non trattato con alcuna sostanza chimica e deve essere ben sciacquata prima di essere introdotta nella gabbietta (ovviamente sarebbe preferibile far brucare l’erba al coniglio direttamente da un prato per chi ne avesse la possibilità), facendo attenzione a eliminarla prima che appassisca.

Un’altro vantaggio di tale alimento risiede nel fatto che favorisce la crescita e il consumo dei denti, tenendoli sempre in allenamento.

Fieno

È il secondo alimento base ed è la parte più importante della nutrizione di un coniglio. Deve essere sempre disponibile in quantità illimitate in quanto ricco di fibre e di tutti gli elementi nutritivi necessari per il coniglio nano e prima di essere servito deve esser ben pulito e privato di muffe. In particolare il fieno più adatto ai conigli nani è quello si erbe miste, mentre è bene evitare il fieno di erba medica perché troppo ricco di calcio rispetto alla corretta dieta dell’animale. Anche esso è l’ideale per l’allenamento dei denti.

Pellet

Il pellet è un mangime costituito da fieno pressato che però non ne rappresenta un sostituto. Può esser considerato invece un integratore (o un piccolo premio) e va offerto al coniglio in maniera moderata (1 cucchiaio al giorno, massimo 2). È dunque un cibo non obbligatorio per una buona alimentazione, anzi, va eliminato dalla dieta del coniglio in caso di obesità.

È consigliabile comunque un pellettato esclusivamente composto da vegetali (senza cereali, latte, ecc).

Verdure

Qualsiasi tipo di vegetale (insalata, cicoria, carote, cetrioli...) può essere un buon alimento per il coniglio e può essere fornito in maniera illimitata a patto che sia ben lavato, privo di parti guaste e non freddo di frigorifero. Le verdure possono essere presentate all’animale anche bagnate, a meno che non si tratti di erba medica e trifogli: in questo caso l’alto tasso di proteine presenti, unite all’acqua, può causare meteorismo.

Per quanto riguarda le dosi da fornire, dipende dal peso del coniglio nano: in linea di massima vale al regola generale 150-200 gr per ogni kg.

Frutta

La frutta va esclusa dai vegetali perché merita delle regole a parte: può essere somministrata ai conigli nani, ma in quantità ridotte essendo un cibo zuccherino e che quindi favorisce l’obesità. In una buona dieta non può superare le due dosi a settimana.

Acqua

È l’elemento fondamentale che costituisce ogni essere vivente e anche il nostro piccolo coniglio nano ne ha bisogno: nella sua gabbietta, non deve mai mancarne una bella dose sempre a sua disposizione. Per assicurarne la presenza ed evitare la possibilità che essa venga rovesciata, si consiglia l’uso di abbeveratoi a goccia (strumenti che però vanno disinfettati e controllati periodicamente per assicurarsi che non si siano bloccati).

Cibi no

Bisogna essere molto attenti nell’alimentazione del coniglio nano ed evitare tutti quei cibi che possono incidere sul deterioramento della salute del nostro animaletto da compagnia. Di seguito un elenco di questi cibi in modo da rendervi nutrizionisti DOC.

- Mangimi preconfezionati: sono snack non sani e molto spesso troppo nutrienti con effetti negativi sulla salute del coniglio e in particolare causa di obesità e disturbi dentari;

- Carboidrati: al contrario di ciò che si pensa, i biscotti, il pane secco e similari, non sono un cibo sano e indicato per i denti dei conigli, anzi puossono causare problemi intestinali ed enterotossemia;

- Zuccheri e similari, in particolare la cioccolata, sono veleni per l’animale: possono indurre nel migliore dei casi diarrea, ma anche a problemi muscolari e cardiaci o alla morte;

- Semi e germogli vari: sono da escludere per eventuali problemi gastrointestinali;

- Proteine: una dieta troppo ricca di proteine può causare problemi respiratori e oculari.

Ulteriori consigli

Il latte è un alimento indicato solo per il primi 6 mesi di vita del coniglio nano.

Nell’introduzione di alimenti diversi nella dieta del coniglio, avere l’accortezza di sperimentarne un solo tipo alla volta e gradualmente, in modo da riuscire a tenere sotto controllo le eventuali intolleranze dell’animale.

Torna su


Trovi utile questa guida?

Deve migliorare!

Segui Guide 360:

Scelti per te:


Guide 360