Come curare il mal di schiena

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Il portale vi offre una guida per illustrare a tutti gli utenti che ne avessero bisogno come curare il mal di schiena, seguendo le strade della prevenzione, farmacologiche, ma anche e soprattutto le terapie che comprendono esercizi fisici, attività sportive e terapie di vario tipo. A queste vengono aggiunti anche i rimedi naturali che, secondo tradizione, alleviano i dolori causati da un antipatico mal di schiena.

Come curare il mal di schiena

Il mal di schiena è un disturbo piuttosto comune. Talvolta passa da solo, talvolta è necessario un intervento per riuscire a far sparire il dolore e, in genere, è un fastidio che non viene eliminato per sempre, ma tende a tornare, rendendo chi ne soffre schiavo del disturbo.

Ma è possibile fare qualcosa per evitare che il mal di schiena vi perseguiti sia mettendo in atto un comportamento preventivo,in particolare cercando di non sottoporre a sforzi eccessivi quello che può considerarsi come il proprio punto debole, sia utilizzando strategie e rimedi molto efficaci nell’attenuare il fastidio nel momento in cui si manifestai: non si tratta solo dell’assunzione di farmaci, ma anche di terapie fisioterapeutiche o alternative, di ginnastica, fatta in casa o in un apposito centro.

Il portale quindi vi offre una guida completa, che vi segnala le possibili strade da percorrere per curare il mal di schiena, lasciricordando sempre che soprattutto se il disturbo e frequente e persistente può essere indicato chidere anche il parere di un medico.

Esercizi e fisioterapia

È importante per prevenire il mal di schiena che vi sia una regolare attività fisica, il che non significa eccedere con eccessivi sforzi, ma allenare costantemente il nostro fisico e, gradualmente, aumentare le proprie capacità. Vi sono ovviamente movimenti e attività che possono essere fatte quando il dolore non si presenta, a titolo di prevenzione, e altri che, nel caso di un leggero dolore, possono aiutarvi a star meglio.

Illustreremo entrambe le possibilità, ma nel secondo caso, dipendendo molto dal tipo di dolore e dalla causa dello stesso, prima di compiere questi esercizi, quindi chiedete consiglio al vostro medico di fiducia.

Attività regolare

Determinate attività sportive sono particolarmente indicate per chi soffre di mal di schiena: lunghe camminate, passeggiate in bicicletta, ma soprattutto il nuoto, capace di mettere in allenamento tutti i muscoli e rafforzarli (riducete solo lo stile a rana!). Il pilates inoltre è un’ottima alternativa che associa al movimento muscolare anche esercizi di rilassamento.

L’attività deve essere regolare: non è richiesto né un grande sforzo, né un esercizio quotidiano, ma un allenamento più lungo che si ripeta almeno due volte alla settimana.

Ricordate che la sedentarietà è il primo fattore a rischio per la presenza di lombalgie.

Esercizi.

Ci sono determinati esercizi che vengono consigliati a chi soffre di mal di schiena, movimenti da effettuare quando il dolore è presente.

Il primo di questi può essere effettuato sia da posizione seduta che da sdraiata e consiste nel piegare il ginocchio e accostarlo al petto, aiutando il movimento con la mano del lato del ginocchio che piegate e facendo una leggera pressione. Questo movimento allarga le vertebre della spina dorsale portando sollievo da dolore.

Il secondo, che serve a sciogliere più che altri i muscoli, richiede la presenza di un’altra persona che da si posizione in piedi alla vostre spalle: con le spalle l’uno contro l’altro intrecciare le braccia; il vostro compagno dovrà piegarsi in avanti, portandovi di conseguenza quasi a stendervi sulla sua schiena, distendendo muscoli e vertebre.

Fisioterapia.

È una terapia adoperata da chi decide di curare il mal di schiena agendo sulle contratture e in questo modo evitando che ci possa essere una pressione sulle terminazioni nervose, molto spesso al principale causa del dolore. Viene privilegiata così la prevenzione nel caso in cui il problema alla schiena tendesse a ripresentarsi a periodi alterni.

Farmaci

Analgesici. La scelta di farmaci analgesici che riducono il dolore è la prima scelta i chi cerca di alleviare il disturbo da sé, assumendo medicine senza prescrizione medica. Scegliete il più adatto a voi (in genere la prima scelta è il paracetamolo come la tachipirina o l’efferalgan).

Cerotti. Sono in commercio cerotti indicati prettamente per il mal di schiena, che vengono applicati sulla parte dolorante e rilasciano a livello locale il medicinale. Sono medicine più leggere.

Questi sono i medicinali che potete adoperare “fai da te” in caso di un improvviso mal di schiena, ma se non dovesse passare o ripresentarsi, rivolgetevi ad un ortopedico specialista che vi aiuterà a trovare la cura farmacologica più adatta a voi.

Terapie alternative

Oltre ad adoperare terapie farmacologiche, è possibile intervenire sul dolore alla schiena affidandosi a terapie alternative: tra queste sicuramente c’è il ciclo di somministrazione di massaggi di vario tipo (chiropratica) o ancora la possibilità di adoperare delle tecniche con il laser (come la radarterapia) e che utilizzano le onde elettromagnetiche per bloccare il dolore nel caso in cui è dovuto a problemi muscolari.

L’agopuntura è un’altra strada molto gettonata da chi soffre di mal di schiena ottenendo spesso successi riconosciuti anche dalla medicina ufficiale. Agisce soprattutto sulle terminazioni nervose e sui riflessi.

La giusta postura

Mantenere la giusta postura, sia da seduti che in piedi è un passo fondamentale per prevenire il mal di schiena. Vi illustreremo qui il giusto modo di posizionarvi, in modo da combattere la possibilità di dolori.

In piedi. Cercate di tenere il peso del corpo distribuito equamente tra le due gambe (per far questo tenete i piedi leggermente distanziati) e sulla pianta del piede (un errore consueto è spostare tutto il peso sul tallone), in modo che il vostro baricentro sia ben posizionato. Non stare in piedi troppo a lungo ed eventualmente poggiate la schiena su un sostegno (ad esempio un muro).

Seduti. Poggiate bene la schiena allo schienale, mantenendo una posizione ben eretta e il bacino indietro. Se dovete chinarvi su un piano di lavoro non incurvate la schiena, ma inclinatela!

In auto. Avvicinate il sedile del posto guida ai pedali in modo da poter raggiungere i pedali poggiandovi allo schienale. Non guidate per troppo tempo senza pause.

Chinarsi. In particolare quando ci si china per sollevare pesi e ci si rialza, possono farsi movimenti che compromettono al salute della vostra schiena, rischiando il famoso colpo della strega. È importante dunque piegarsi sulle ginocchia (e non abbassarsi in avanti!!!), spostando indietro il bacino, specie quando si solleva un peso (anche di modeste dimensioni); inoltre, ricordate di non sforzarvi troppo ed andare oltre i vostri limiti. Quando invece avete solo bisogno di abbassarvi in avanti, come uno schermidore, piegate in avanti un ginocchio e lasciate la gamba distesa dietro di voi. Evitate sempre la torsione del busto.

Rimedi naturali & consigli

Gel all’arnica. Con 3 o 4 applicazioni al giorno di questo unguento all’arnica, si ritiene si allevi il dolore con affetti anche antiinfiammatori; attenzione a non spalmarlo sulle ferite.

Miscele alle erbe. Le tisane sono un rimedio casalingo utilizzato molto spesso con possibili effetti positivi sulla sintomatologia. In particolare, segnaliamo un decotto con valeriana, viburno americano e scutellaria i cui estratti vanno mescolati in una bottiglia. Richiede un solo cucchiaino al giorno.

Bagni caldi. I bagni caldi alla lavanda hanno un effetto lenitivo: riducono il fastidio e il dolore alla schiena. Non eccedete però con gli sbalzi di temperatura. Un altro rimedio “della nonna” richiede invece di aggiungere al bagno caldo un po’ di aceto rosso.

Non fumare. Che il fumo fa male al nostro organismo è un fatto noto; ultimamente però ricercatori hanno dimostrato come sia un fattore decisivo anche per il mal di schiena in quanto riduce l’ossigenazione alle strutture delicate della colonna vertebrale causandone dolori.

Materasso. Il materasso è sicuramente un fattore importante per la vostra schiena. Non ci sono buoni consigli in assoluto, dovete semplicemente scegliere quello che ritenete più adatto a voi! Evitate sono quelli in cui vi sembra di sprofondare!

Giusto peso corporeo: chi è sovrappeso è più soggetto a mal di schiena. Mantenete o raggiungete il peso ideale per non affaticare la vostra schiena: la colonna che vi sostiene ne risentirebbe.

Attenzione!

Tutti questi consigli per curare il mal di schiena sono dati dal buon senso e con il buon senso vanno adoperati: applicate l’indicazione giusta al vostro caso e fatevi seguire da uno specialista, come un ortopedico o un posturologo. Ogni caso infatti, va valutato singolarmente e talvolta l’unico modo per riprendersi è il riposo.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.