Consigli per smettere di fumare

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Consigli e suggerimenti su come smettere di fumare, infatti se i vuolo cercare di ovviare ai problemi di salute che la dipendenza da nicotina apporta, smettere di fumare diventa quasi un obbligo per stare meglio con sè stessi e con gli altri. Tuttavia, non è cosa semplice a farsi: per un accanito fumatore, vedersi privato del proprio oggetto del desiderio, rappresenta un vero e proprio trauma, da cui è difficile riprendersi. Per fare a meno della nicotina infatti sono necessarie delle motivazioni piuttosto forti e un grado di convinzione altissimo.

Tuttavia, come vedremo qui di seguito, i modi per smettere di fumare, sono davvero molteplici.

Circa un terzo di tutta la popolazione mondiale fuma: le statistiche, contrariamente a quanto si era previsto, non hanno registrato alcun calo di fumatori, neppure a partire dall’emanazione della legge sul fumo nei locali pubblici (articolo 51, legge del 16 gennaio 2003, n. 3).

Ciò è sintomo di una totale dipendenza e assuefazione al fumo e alla nicotina, prescindendo dai danni collaterali e dai rischi.

Smettere di fumare è un’azione che implica una grandissima forza di volontà e delle solide motivazioni: se pure si adottassero delle costosissime precauzioni per ridurre la dipendenza dal fumo, qualora non ci fosse la determinazione, anche i prodotti più all’avanguardia rischierebbero di fare un buco nell’acqua.

La nicotina: effetti collaterali sul nostro organismo

La nicotina è un alcaloide naturale del tabacco: scienziati e studiosi hanno dimostrato come la somministrazione continua di nicotina nel corpo umano induca ad una maggiore produzione di dopamina, che altro non è che un neurotrasmettitore.

I neurotrasmettitori sono dei composti chimici che permettono di trasferire l’impulso nervoso da un neurone all’altro, provocando il raggiungimento di specifiche sensazioni.

La dopamina stimola l’area del cervello preposta all’attenzione e alla vigilanza: l’assunzione di nicotina riduce, quindi, l’ansia e lo stress, migliora le prestazioni e l’attenzione, amplifica la lucidità e la reattività.

I danni che la nicotina apporta al nostro organismo sono, però, tantissimi: ogni apparato del nostro organismo risulta gravemente inficiato dalle dosi di nicotina elevate, assunte giornaliermente.

La nicotina provoca al sistema circolatorio infarti del miocardio, trombosi, ictus e innalzamento della pressione arteriosa; all’apparato respiratorio cancro (all’esofago, alla bocca, alla faringe, alla laringe e ai polmoni) e bronchiti croniche; oltre ad un’insufficienza renale di base ed un’acidità gastrica elevata, la nicotina può aumentare il rischio d’impotenza nell’uomo, con una fertilità ridotta del 20 - 30%, e aumentare il rischio di aborto spontaneo e l’anticipo forzato della menopausa nella donna.

Le sostanze dannose che vengono inalate nei nostri polmoni, insieme alla nicotina, sono davvero tante: monossido di carbonio, arsenico e cianuro in piccole dosi, acetone, formaldeide (composto per produrre carta e stoffa), catrame, ammoniaca, polonio 210 e vari tipi di additivi chimici.

Le regole d’oro per smettere di fumare

A seconda del grado di dipendenza dal fumo e delle condizioni fisiche, per smettere di fumare è importante, in prima analisi, applicare dei piccolissimi, ma validi suggerimenti: per prima cosa, è fondamentale decidere in maniera ferma e convinta di voler smettere, stabilire una data (magari prefissando un traguardo associato ad un avvenimento importante) e segnare per iscritto i motivi che hanno condotto ad una scelta simile.

Bisogna fare molta attenzione al momento in cui si sceglie di smettere di fumare: le conseguenze di questa scelta sottoporranno il nostro organismo ad un forte stress ed è sempre meglio non associare quest’evento con altri momenti particolarmente difficili della nostra vita, per non uscirne sconfitti.

E’ importante prendere coscienza del fatto che non si può smettere di fumare tutt’ad un tratto, per cui bisogna ridurre gradualmente il numero delle sigarette giornaliere e, magari, scegliere una marca di sigarette meno gradita, in modo da diminuire il desiderio di fumare.

A poco servono le sigarette light, che contengono comunque alte dosi di nicotina.

La scelta di smettere di fumare deve essere assolutamente comunicata a familiari ed amici, per contornarsi di validi alleati che possano aiutarci a resistere alle tentazioni; non per ultimo, bisogna rivolgersi al medico di famiglia, che saprà darci degli ottimi consigli su come agire.

Per prima cosa, per ridurre al minimo ogni tentazione, bisogna eliminare ogni traccia di fumo e sigarette dal nostro ambiente quotidiano: via alle sigarette, agli accendini, alle posaceneri, agli abiti e agli oggetti intrisi di odore di fumo.

La mente deve essere continuamente impegnata; se è necessario, bisogna curare la ritualità del fumo, masticando gomme e cercando di tenere fra le dita qualche oggetto che possa stimolare la nostra fantasia.

L’alimentazione e lo sport: due validi alleati contro il fumo

Il movimento e lo sport sono fondamentali nella lotta contro il fumo: oltre a tenerci impegnati, stimolano la nostra fisicità e purificano il nostro corpo.

Oltre a fare a meno delle sigarette, è importante seguire una dieta a base di frutta e verdura in grande quantità e bere molta acqua e tisane diuretiche: le vitamine della frutta catturano i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento e l’acqua agevola lo smaltimento della nicotina che, essendo un composto idrosolubile, viene facilmente smistata a livello renale ed espulsa con il sudore e l’urina.

Da evitare assolutamente i dolci, i grassi, il caffè, l’alcool e le fritture per ridurre al minimo il rischio di ingrassare.

Rimedi medici per smettere di fumare

Esistono in commercio un gran numero di prodotti, che possono essere acquistati in farmacia senza ricetta e che possono essere di grande sostegno per raggiungere il nostro obiettivo: prima di assumerli, è necessario chiedere sempre un consulto medico.

Cerotti antifumo transdermici: a base di gel che contiene nicotina, riducono la dipendenza, ma possono avere molti effetti collaterali e non sono indicati per chi soffre di problemi all’apparato circolatorio;

Gomme a base di nicotina: rilasciano piccolissime quantità di nicotina, se masticate almeno per trenta o quaranta minuti;

Aspirare o annusare bocchini che rilasciano nicotina a livello delle mucose della bocca;

Agopuntura: tecnica importata dalla cultura cinese, consiste nell’applicare aghi in punti strategici del nostro corpo per ridurre l’ansia del fumatore;

Omeopatia e mesoterapia: sono tecniche, grazie alle quali vengono iniettate sostanze a base di erbe, completamente naturali quindi, nel nostro corpo;

Ipnosi: affidandoci all’aiuto di un terapeuta, a livello dell’incoscio ci convinceremo dei danni della nicotina e inizieremo ad apprezzare i vantaggi di una vita senza fumo;

Gruppi d’incontro: le ASL locali organizzano delle riunioni tra fumatori, sotto la guida di uno psicologo, per spiegare gli effetti dannosi del fumo affinchè ci si possa invogliare l’un l’altro a smettere di fumare.

Vantaggi per chi smette di fumare

Quando si smette di fumare, il corpo guadagna numerosi benefici, non solo a livello estetico, ma anche a livello fisiologico: i capelli, la pelle, l’alito e i denti ne acquisteranno in vigore e lucentezza; la pressione arteriosa ritornerà agli standard normali e sarà più facile respirare, grazie ad una minore presenza di monossido di carbonio e ad una maggiore quantità di ossigeno nei polmoni.

Consigli ed info utili

Smettere di fumare è l’inizio di una vita più sana ed equilibrata, seppur con molti sacrifici e rinunce iniziali; il fattore determinante è non lasciarsi mai andare e cercare sempre di rimanere convinti delle proprie decisioni.

E, se per caso, di tanto in tanto, ci scappa una sigaretta questo non deve essere un deterrente per il nostro obiettivo o un indice di fallimento, ma deve essere la forza per continuare a perseguire il nostro scopo.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.