Come truccarsi

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Il make up è diventato ormai un’abitudine quotidiana insostituibile: nessuna donna, guardandosi allo specchio, potrebbe rinunciare a darsi quel tocco in più per essere sempre in ordine e perfetta in tutte le occasioni.

Truccarsi bene e in maniera adeguata non solo in base alle proprie caratteristiche fisiche, ma anche e soprattutto alle occasioni e ai luoghi che si frequentano, è molto importante: per questo è necessario, ancor prima di scegliere il maquillage più adatto, preparare e curare la propria pelle ogni giorno.

Curare la pelle: un gesto quotidiano importante

Il segreto di una pelle perfettamente truccata e curata consiste nella detersione e nell’utilizzo dei prodotti giusti. Un’ottima base per il trucco è essenziale per una migliore resa di quest’ultimo. La pulizia e la cura della pelle deve avvenire sia al mattino che alla sera.

Al mattino: la pelle va lavata con un detergente delicato, picchiettata con un tonico senza alcool e poi idratata con una crema da giorno (ne esistono sul mercato numerose, a seconda dei tipi di pelle) che, oltre ad essere un’efficace protezione dai raggi UV, possa anche fungere da buona base per il trucco.

A sera: gli accorgimenti devono essere più strategici. Con l’ausilio di veline e latte detergente, è necessario rimuovere tutti i residui di trucco e pulire la pelle fino in profondità, per lasciar traspirare l’epidermide.

Dopo la prima fase di pulizia, sarà necessario lavare il viso con un prodotto leggermente a base esfoliante (uno scrub leggero) e poi idratare con una crema da notte o con la crema che si è solite utilizzare al mattino come base trucco.

Gli strumenti per un trucco impeccabile

Oltre ai prodotti scelti per realizzare il maquillage, ancora più importanti sono gli strumenti per l’applicazione.

Non devono mai mancare nel beauty-case:

Pennelli in setola di ogni dimensione (più piccoli per le labbra, medi per gli ombretti e più grandi per il fard);

Applicatori in spugna per sfumare gli ombretti;

Spugnetta in lattice o in poliuretano per stendere il fondotinta;

Piumino in velluto per picchiettare la cipria;

Spazzolino per pettinare le sopracciglia;

Veline e bastoncini per correggere eventuali sbavature;

Fissatore spray per il trucco a base di acqua termale.

Il make up del viso

Una volta che la pelle del viso è stata preparata e detersa, si può procedere all’applicazione dei prodotti specifici per conferire al viso uniformità di colore, brillantezza e trasparenza ed, eventualmente, correggere le imperfezioni.

Il fondotinta

La scelta del fondotinta deve essere molto accurata a seconda del tipo di pelle e del colore della carnagione; se si opta per un fondotinta sbagliato, si tende invece che a camuffare ad esasperare i difetti, ottenendo l’effetto contrario.

Il fondotinta deve accostarsi quanto più è possibile alla tonalità della propria carnagione, un tono più chiaro o un tono più scuro al massimo: bisogna sempre ricordarsi di truccare anche le orecchie, il collo e le narici del naso per evitare l’antiestetico “stacco” di colore.

Il fondotinta è un’emulsione di olio ed acqua, a base di pigmenti colorati, la cui funzione è quella di attutire le eventuali discromie cutanee; in commercio sono disponibili tre tipi di fondotinta: fluido, compatto e cremoso.

Il fondotinta fluido è particolarmente adatto alle pelli miste/ grasse; generalmente sono tutti in formula oil-free, cioè non contengono olii che contribuirebbero a creare l’effetto pelle lucida.

Il fondotinta cremoso è più nutriente e, oltre a contenere una percentuale di olio in più, contiene anche principi attivi rigeneranti per nutrire la pelle. Per questo motivo è più adatto alle pelli secche; il fondotinta compatto è generalmente adatto a tutti i tipi di pelle.

L’effetto coprente di un fondotinta dipende dalla densità: è ovvio concludere che il fondotinta fluido conferisce alla pelle un effetto più naturale e trasparente perchè è meno coprente. Se le imperfezioni da coprire sono numerose, allora sarà necessario optare per un fondotinta cremoso o compatto, più denso.

Il fondotinta viene applicato con una spugnetta in poliuretano o lattice, massaggiando il viso dall’interno verso l’esterno sui quattro punti chiave: le gote, la fronte, il naso e il mento.

Quando si acquista un fondotinta, bisogna farlo in condizioni di luce ottimali: la luce deve essere quanto più naturale possibile, in modo da non alterare i colori. Il fondotinta non va mai provato soltanto sul polso, ma è necessario stenderne una piccola noce anche sul collo più vicino, come tonalità, al viso.

Il correttore

La funzione del correttore è suggerita dal nome stesso: correggere gli inestetismi e rendere la pelle quanto più uniforme è possibile.

Sul mercato esistono correttori in stick, in polvere e liquidi, in una vasta gamma di tipologie e colori, a seconda del difetto estetico su cui agiscono.

Il correttore adatto a coprire brufoli e couperose è di colore verde; la sua applicazione è, di norma, antecedente a quella del fondotinta.

Il correttore per le occhiaie è, invece, di colore ambrato o aranciato o, normalmente, di un tono di colore in meno rispetto a quello del fondotinta; viene applicato dopo il fondotinta per intensificare la copertura dell’occhiaia.

La cipria

Compatta o in polvere, è particolarmente indicata per attenuare l’effetto lucido del fondotinta e per opacizzare i toni. Si applica picchiettando delicatamente (soprattutto in prossimità della zona T) con un piumino in velluto.

La cipria in polvere è composta da talco, carbonato di magnesio e ossido di zinco mescolati a piccoli pigmenti colorati; quella compatta, invece, è composta da una piccola percentuale di crema.

L’applicazione della cipria migliora la tenuta del trucco, lo fissa e funge da base per l’applicazione del fard.

Il fard

Il fard, anticamente utilizzato per conferire al viso il “colore della buona salute”, oggi viene solitamente utilizzato in un sottile gioco di luci ed ombre, per ammorbidire o indurire i tratti del viso.

Se si vogliono mettere in risalto gli zigomi, basterà applicare il fard al di sotto della linea zigomatica e stendere un velo di cipria subito al di sopra degli zigomi stessi.

Se invece gli zigomi sono già naturalmente un pò troppo pronunciati, si possono attenuare stendendo il fard soltanto al di sopra della linea zigomatica.

E’ consigliabile adoperare fard opachi per correggere le imperfezioni e perlati per far risaltare dei particolari.

I fard in crema sono particolarmente adatti per pelli secche, anche se sono piuttosto difficili da applicare; quelli in polvere sono adatti a tutti i tipi di pelle e sono disponibili in varie nuances, che vanno dal pesca al bordeaux.

Chi ha la pelle chiara sceglierà le nuances del rosa; chi ha le lentiggini, invece, potrà scegliere le tonalità del salmone e dell’albicocca, escludendo categoricamente il rosa; per chi ha una pelle olivastra sono consigliabili i colori più caldi e i toni solari.

Un consiglio per...

Chi ha il viso ovale: la scelta deve puntare su un fondotinta molto chiaro e l’applicazione del fard deve essere molto specifica. Il fard più scuro verrà applicato sugli angoli in alto del viso, sulla fronte, lungo l’attaccatura dei capelli, sul mento e sotto l’osso zigomatico, procedendo verso il centro; il fard più chiaro soltanto sugli zigomi.

Chi ha il viso quadrato: devono essere abolite le tonalità chiare. Si procederà con l’applicazione di un fard piuttosto scuro al centro e ai lati della fronte.

Il make up degli occhi

Il make up degli occhi viene scelto in base alla forma e al colore degli occhi.

Tre sono i prodotti indispensabili per conferire allo sguardo un effetto magnetico e profondo: la matita, l’ombretto e il mascara.

La matita

Detta anche kajal o kohl, è molto utilizzata dalle donne arabe ed orientali per conferire più intensità allo sguardo.

La matita deve avere una punta di morbidezza intermedia per ottenere un’applicazione facilitata; ve ne sono di diversi colori (verde, blu, viola, marrone), ma quella evergreen è senza dubbio la nera.

Di texture liquida è senz’altro l’eyeliner, molto difficile da applicare, ma consigliabilissimo per ottenere uno sguardo più ammaliante e seducente.

Nonostante il comodo applicatore a pennellino, è necessaria una mano ferma e precisa per evitare sbavature, che sarebbe poi difficile eliminare senza intaccare il make up.

L’applicazione della matita deve seguire il contorno dell’occhio, lungo l’attaccatura delle ciglia: si procede partendo dall’esterno verso l’interno della palpebra superiore, per poi prosegure con la palpebra inferiore.

Il mascara

Di consistenza liquida, il rimmel o mascara dona allo sguardo più intensità: solitamente il mascara nero o marrone (che va scelto in base al colore delle ciglia) va applicato su tutta la lunghezza, mentre invece quelli colorati vanno applicati solo sulla punta.

In commercio esistono mascara volumizzanti - allunganti e mascarawaterproof.

Il mascara volumizzante o allungante contiene, nella sua composizione, una percentuale di ciglia sintetiche per infoltire o allungare quelle naturali; la differenza sta nel tipo di applicatore, allungante o volumizzante, a seconda dell’effetto desiderato.

Il mascara waterproof è in versione idrorepellente e può essere adoperato anche al mare.

Prima di procedere all’applicazione del mascara, è indispensabile, per amplificare l’effetto voluto, adoperare il piegaciglia e pettinare le ciglia con uno spazzolino per evitare la formazione di fastidiosi grumi.

A questo punto si può procedere con il mascara, che verrà fissato, tenendo sollevata l’arcata sopraccigliare, dall’interno verso l’esterno con piccoli movimenti oscillatori a zig zag.

Ombretto

Gli ombretti in polvere sono quelli più largamente utilizzati perchè aderiscono di più alla pelle, sono più facili da applicare e possono essere ritoccati facilmente; quelli in crema tendono a sbavare di più e hanno una resa e una tenuta, senza dubbio, minore.

Generalmente per creare un effetto illuminante si prediligono gli ombretti chiari, per conferire allo sguardo un effetto di profondità si scelgono quelli scuri.

Per scegliere il giusto colore di ombretto da sfumare, in un gioco di chiaroscuri, è però indicato fare riferimento al colore dei propri occhi.

Occhi neri / marroni: i colori indicati sono il grigio scuro, il blu, il marrone, il nero, il prugna, tutti lucidi e metalizzati. No tassativo agli ombretti mat e pastello.

Occhi castani: si alle tonalità comprese tra il marrone dorato e il grigio verde, da associare ad una matita marrone e ad un mascara volumizzante. Da evitare le nuances intermedie che spengono lo sguardo.

Occhi verdi: per far risaltare il colore dell’iride, un’ombreggiatura più scura al lato esterno dell’occhio è particolarmente indicata. I colori suggeriti sono tutte le tonalità del viola che riflettono il verde degli occhi, il mattone, il porpora e il rame accostati ad una matita verde scuro. Da escludere tutte le nuances di azzurro che appiattiscono lo sguardo.

Occhi azzurri: il colore azzurro si fa risaltare con un effetto di luci ed ombre. Si alle tonalità di arancio, marrone dorato, oro, rosa pesca e rosa albicocca sfumate con colori complementari più scuri.

Il make up delle labbra

Disegnare il contorno labbra con la matita è fondamentale per delineare e per fissare meglio il rossetto. La matita deve essere di una tonalità più scura rispetto al rossetto e deve essere applicata partendo dal centro del labbro superiore, ricongiungendo poi, dall’esterno verso l’interno, le due estremità. Si procede in tal modo anche per il labbro inferiore.

La scelta del colore del rossetto varia a seconda dello spessore delle labbra.

Per labbra grandi si prediligono rossetti mat e matita più scura. I colori predominanti sono il rosso, il marrone, il cioccolato, il bordeaux, il rame e il rosa. Da evitare assolutamente i colori vivaci.

Alle labbra sottili tutti i rossetti lucidi e madreperlati tenderanno a dare volume. Si al rosa, beige, perlato e bronzo metallico.

Consigli e suggerimenti

Fondamentale per la buona realizzazione di un make up è la luce, che permette di esaltare i particolari e non di camuffarli, dando una visione distorta di quanto si sta realizzando: da prediligere quella naturale o, in alternativa, sempre lampade alogene disposte sui tre lati dello specchio.

Ricordarsi sempre di non esagerare: il make up semplice e non eccessivo esalta la bellezza, quello forte tende ad amplificare i difetti e a celare la naturale bellezza di ogni donna.

Per questo è opportuno scegliere sempre un trucco molto naturale per il giorno, a base di tanto lip gloss e di ombretto duo leggermente sfumato, e invece un look più ricercato per la sera, magari con rossetti più decisi e tanto eyeliner.

L’essenziale è mantenere sempre il buon gusto e non eccedere mai.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.