Organizzare una festa di compleanno per bambini

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Idee originali e divertenti per organizzare una festa di compleanno adatta ai bambini.

Il giorno del compleanno è uno dei momenti più attesi per un bambino. L’aspirazione maggiore di ogni genitore è quella di organizzare una festa che possa stupire il proprio bambino e rimanere impressa nella mente di quanti vi hanno partecipato.

Organizzare una festa di compleanno non è impresa semplice: soprattutto se ci si cimenta in una festa fai da te, occorrono giorni e giorni di preparazione, scelta e cura dei dettagli e dei particolari.

Cosa serve per organizzare una festa di compleanno

Immancabili sono: i biglietti d’invito, stuzzicanti e originali; le decorazioni, colorate e numerose; il rinfresco, ricco e sfizioso; i giochi e l’animazione, divertente e originale e i regalini da distribuire a fine festa.

Scelta della location per la festa

Negli ultimi anni sta andando molto di moda organizzare parties per bambini in apposite sale che mettono a disposizione l’arredo e tutto ciò che occorre per l’allestimento degli spazi o nelle ludoteche che, oltre a mettere a disposizione ampi spazi, forniscono giochi e personale altamente qualificato.

Se avete problemi di spazio, case molto piccole o inadatte ad ospitare folle di decine di bambini, queste potrebbero essere due valide alternative, da preferire alla classica pizzeria o ristorante che, oltre ad un costo decisamente alto, creano problemi di spazio e limitano il divertimento dei più piccoli.

Niente, però, allieta di più un bambino che una festa organizzata in casa dai propri genitori: la cura dei dettagli, delle decorazioni e di ogni singolo elemento è ciò che richiede più tempo e devozione.

Per prima cosa, è necessario separare gli spazi e allestire un’area giochi in una stanza - solitamente quella del bambino - nettamente separata dalla stanza dove verrà preparato il rinfresco (in cucina o in salotto).

Se la ricorrenza cade durante la stagione estiva e si ha a disposizione un giardino, sarà, senza dubbio, originale organizzare una festa in piscina con tanto di gonfiabili e giochi d’acqua.

Lo spazio deve essere organizzato nella maniera ottimale, riducendo gli ingombri e provvedendo a far sparire oggetti contundenti e pericolosi, oltre che delicati.

Sicurezza è la parola chiave di un party organizzato in casa: meglio evitare location in prossimità di scale o spazi rialzati che potrebbero rivelarsi un pericolo per i bambini più euforici e fare estrema attenzione a tutti i tipi di fonti di calore e di elettricità.

Per evitare spiacevoli inconvenienti, è bene non esagerare con gli inviti: bisogna scegliere con cautela il numero di persone e sempre proporzionalmente agli spazi che si hanno a disposizione.

Biglietti d’invito:

il primo step per l’organizzazione di un party “con i fiocchi”. La scelta del biglietto d’invito per la festa del nostro bambino è essenziale e fondamentale per assicurare una buona riuscita della festa e catturare l’attenzione di quanti più bambini è possibile.

Se quella che stiamo organizzando è una festa per bambini under 4 anni, sarà preferibile optare per biglietti d’invito realizzati con origami o interamente disegnati: non sapendo ancora leggere, i bambini verranno attratti dai disegni, dai colori e da qualsiasi altro particolare.

Se, invece, gli invitati della nostra festa sono già in età scolare, si possono scegliere biglietti con frasi estratte dai cartoni animati o citazioni musicali o tutto ciò che possa occorrere per fare dell’invito un qualcosa di unico e originale.

L’invito più gradito è quello realizzato interamente a mano: sarebbe divertente aiutare i nostri bambini nella realizzazione dei disegni e delle scritte.

Per chi, invece, ha poco tempo a disposizione esistono molti prototipi di inviti in rete che possono essere completamente scaricati da internet; se, invece, non ci si vuole cimentare neppure in questo esperimento, si può ricorrere ai classici inviti acquistati in cartoleria.

Le decorazioni

Le decorazioni costituiscono la parte più importante della festa, sono dettagli imprescindibili e irrinunciabili per dare all’ambiente una nota di colore e di armonia in più.

Un must sono i palloncini colorati: se siete capaci, sarebbe divertente costruire anche dei piccoli oggetti, con l’aiuto di palloncini di forme diverse.

Irrinunciabili sono gli striscioni, le ghirlande, i festoni e le lanternine; se il compleanno cade in prossimità di un evento importante (Carnevale, Natale, Pasqua o Halloween) sarà ancora più originale aggiungere delle decorazioni a tema per rendere la location più “festosa”.

Le decorazioni devono essere rigorosamente in tinta con gli inviti e il rinfresco: tovaglia, piatti, posate e bicchieri saranno perfettamente intonati alla scenografia della nostra festa.

Festa a tema: il sogno di qualsiasi bambino

Se volete essere originali, l’ideale è organizzare una festa a tema: partendo dagli inviti fino ad arrivare al rinfresco, alla torta e ai regalini uno solo sarà il filo conduttore del party.

Le feste a tema più gettonate, in questi ultimi anni,sono quelle che hanno per protagonisti i personaggi dei cartoni animati: Minnie e topolino, Winnie the Pooh, le Principesse, le Winkx, i Gormiti etc....

Sarà simpatico preannunciare il tema del vostro party in modo da consentire agli invitati di potersi travestire in modo adeguato, scegliendo qualche piccolo accorgimento che possa rimandare al filo conduttore della festa.

Molto originale è, invece, il Sweet party o Chef Party dove, sfruttando l’innata curiosità e predisposizione dei bambini ai giochi, si preparano dei piccoli dolcetti al momento: i bambini, equipaggiati di grembiuli e cappellini, si divertiranno un mondo a scoprire le proprie doti culinarie.

Il classico dance o music party riscuote sempre una buona fetta di successo: i bambini trascorreranno il tempo a ritmo di musica, ballando e cantando le canzoni dei propri cartoni animati preferiti e cimentandosi in gare di karaoke.

Molto originale è organizzare un pigiama party per festeggiare il compleanno del proprio piccolo: ciò richiede, però, molta pazienza perchè si necessiterà di maggiore supervisione, oltre che di spazi disponibili molto grandi.

I giochi per rendere indimenticabile una festa

Le agenzie per l’animazione forniscono una vasta gamma di formule per rendere unica e speciale una festa: il teatrino dei burattini, con le marionette più famose; il clown con il truccabimbi, per trasformare i nostri piccoli invitati in clowns in miniatura; ritrattisti, che allieteranno la festa con delle piccole caricature dei nostri bambini; maghi e giocolieri per catturare l’attenzione anche dei più vivaci.

Bolle di sapone, piogge di coriandoli, musica, sculture di palloncini e tanti piccoli giochi contribuiranno a far trascorrere due ora di allegria ai nostri bambini.

Se, invece, non è nelle nostre possibilità affidarci a degli animatori competenti, è bello organizzare per gli invitati una caccia al tesoro o improvvisare dei semplici giochini a squadre.

Per sciogliere il ghiaccio e fare in modo che anche il bambino più timido si integri nel gruppo, meglio partire sempre dal disegno, mettendo nella stanza del party un grande cartoncino e lasciando i bambini liberi di sfogare la propria fantasia sul lembo di cartoncino che preferiscono. Questo rappresenta l’inizio e il culmine della socializzazione.

Il rinfresco e la torta

Il punto nodale di una festa di compleanno è il rinfresco: non possono mancare patatine, pop corn, salatini, panini al latte, rustici, tramezzini e focaccine, i cibi preferiti dai bambini. La torta deve essere rigorosamente al cioccolato - tanto amato dai più piccoli - e sarà preferibile una torta senza farina, più leggera e digeribile.

Un’alternativa alla torta al cioccolato sono le torte all’arancia oppure quella ai mirtilli e yogurt.

La formula buffet è quella più largamente usata: più informale e veloce, consente di poter mangiare in ogni istante della festa, senza dover per forza interrompere i giochi.

Se i bambini sono eccessivamente piccoli, invece, meglio adottare la classica seduta attorno al tavolo: ciò consentirà di non sporcare e di poter aiutare i più piccoli a mangiare.

Il tavolo deve essere accuratamente preparato con tovaglia a tema e segnaposti in pandant per rendere più allegro il momento clou della festa.

Regalini e gadgets di ringraziamento per gli invitati

Da che mondo è mondo, quando si organizza una festa, è il festeggiato a ricevere regali: c’è stato chi, non moltissimi anni fa, ha introdotto la singolare usanza di omaggiare i partecipanti di un party con dei piccoli doni, per ringraziarli della partecipazione e della disponibilità.

Ben presto quest’usanza poco comune si è diffusa ed è diventata un rituale irrinunciabile, soprattutto nelle feste per i bambini.

I doni devono essere scelti in base all’età dei partecipanti: se sono tutti bambini al di sotto dei due anni, si possono scegliere dei gadgets utili alle mamme, perchè solitamente a quell’età riescono difficilmente ad apprezzare qualsiasi tipo di regalo.

Idee particolari sono i succhiotti coloratissimi, i bavaglini (originalissimi quelli in plastica), i cucchiaini o i piatti per la pappa, i sonaglini, i pupazzetti in gomma per il bagnetto, le scarpette in lana o dei piccoli campioncini di prodotti per l’igiene.

Per trarre spunto è fondamentale fare un giro di perlustrazione nei centri commerciali, nelle mercerie e anche nelle farmacie.

Per i bambini più grandi, le alternative sono svariate: è sempre meglio scegliere un regalino uguale per maschietti e per femminucce, variando soltanto i colori.

Bolle di sapone, matite, penne, gommine profumate, libricini, piccoli giochi o lecca lecca sono i preferiti.

Se invece vogliamo scegliere dei regali diversi per maschietti e femminucce opteremo per: fiocchi, cerchietti, lucidalabbra o piccoli trucchi, bamboline, borsette, collanine o bracciali per le bambine; puzzle, macchinine, libricini, piccoli orologi, occhialini da piscina per i maschietti.

Consigli e suggerimenti

E’ importante ricordare che una festa per bambini non doverebbe mai durare più di due ore, altrimenti si rischierebbe di non riuscire a contenere l’euforia di tanti bambini messi insieme. Deve obbligatoriamente svolgersi a metà pomeriggio e concludersi prima che faccia troppo tardi.

Per ridurre al minimo danni irreparabili alla casa, è necessaria la supervisione continua degli adulti: l’attenzione e la vigilanza sono essenziali anche per controllare che i bambini non si facciano male con giochi pericolosi.

Informazioni Sugli Autori:

Articolo realizzato dalla redazione
Informazioni sulla redazione

Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire funzioni social e analizzare il traffico. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie e dichiari di aver letto la nostra Cookie Policy e la Privacy Policy. Per saperne di pi├╣ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la nostra Cookie Policy.